Venerdì 15 Novembre 2019

Cronaca

Ragazza in stato confusionale sulla A14, soccorsa da finanziere

23/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Ragazza in stato confusionale sulla A14, soccorsa da finanziere

Camminava in stato confusionale sulla corsia di sorpasso la ragazza che, in autostrada A14, tra Pineto e Città Sant’Angelo (direzione sud) è stata soccorsa e salvata da un finanziere non in servizio, in forza al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pescara.

Una domenica mattina tranquilla come tante altre che invece avrebbe potuto avere un epilogo tragico, sventato dal gesto eroico del finanziere che, notata la ragazza in pericolo, non ha esitato a fermarsi con la sua autovettura e coraggiosamente è riuscito a recuperarla attraversando le corsie con le macchine che sfrecciavano. Gesto che richiede una lucidità e sangue freddo, complicato ancor più dal fatto di essere su di un cavalcavia senza corsia di emergenza e quindi priva di vie di fuga e riparo. Messa in sicurezza la ragazza nella sua vettura, il finanziere si è poi fermato nella prima area di servizio ed ha allertato la Polizia Stradale che si è incaricata delle verifiche sull’accaduto e accompagnato la donna in ospedale ove sono in corso accertamenti sullo stato di salute.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Guardia di Finanza

Potrebbero interessarti

I carabinieri del Nas hanno scoperto due odontotecnici che, in concorso con un odontoiatra, esercitavano abusivamente la professione sanitaria e due personal trainer falsi biologi nutrizionisti

Una pattuglia del Gruppo Pescara ha attenzionato un’ autocisterna adibita al trasporto di prodotti petroliferi, dalla quale era in corso lo scarico di 18.000 litri di gasolio presso un distributore di carburanti di un’importante arteria di Montesilvano.

Una strada chiusa da cinque anni e, in appena sei mesi, terminati i lavori di risanamento del movimento franoso sulla S.P. n. 82 “Circumlacuale di Scanno” al km. 1+450 e l’arteria nuovamente percorribile.

I ladri hanno fatto esplodere il distributore di denaro contante delle Poste ed hanno portato via il denaro