Lunedì 04 Marzo 2024

Cronaca

Blitz della Guardia di Finanza a Chieti, sequestrati oltre 1.500 prodotti nocivi per la salute

07/02/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
 Blitz della Guardia di Finanza a Chieti, sequestrati oltre 1.500 prodotti nocivi per la salute

Nell'ambito di un "piano mirato" volto al contrasto e alla commercializzazione di prodotti dannosi per la salute dei consumatori, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti ha condotto con successo un'operazione che ha portato al sequestro di oltre 1.500 prodotti non conformi alle normative dell'Unione Europea.

Una pattuglia del servizio di pubblica utilità "117" del Gruppo Chieti, sotto la guida del Ten. Col. Vito Casarella, ha effettuato il sequestro penale di cosmetici, giocattoli, articoli sportivi e apparecchi elettrici in un'attività commerciale della zona. Questi prodotti, risultati sprovvisti dei requisiti di conformità e sicurezza, sono stati individuati in palese violazione del Codice del consumo.

Durante l'ispezione dei finanzieri è emerso che alcuni cosmetici destinati alla cura della persona contenevano il composto chimico Lilial, classificato come reprotossico. Questa sostanza è stata vietata dal Regolamento UE 2021/1902 a partire dal primo marzo 2022, in quanto considerata dannosa per il sistema riproduttivo e per la salute del feto.

Il titolare dell'esercizio commerciale è stato segnalato alla locale Autorità Giudiziaria per la "detenzione e commercializzazione di prodotti cosmetici dannosi per la salute umana", reato che prevede una possibile reclusione da 1 a 5 anni e una multa non inferiore a 1.000 euro. Inoltre, la Camera di Commercio è stata informata per l'adozione della sanzione amministrativa, che va da 516 a 25.823 euro.

Il Colonnello Michele Iadarola, Comandante Provinciale di Chieti, ha sottolineato come questi risultati confermino l'alto e costante impegno della Guardia di Finanza nel contrastare la diffusione di prodotti non conformi agli standard di sicurezza. Questo intervento mirato garantisce la tutela della salute dei consumatori in un contesto di mercato legalmente competitivo, escludendo pratiche che mettono a rischio la salute in favore del mero "prezzo basso, massimo profitto".

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Chieti Guardia di Finanza

Potrebbero interessarti

La squadra Mobile della Questura di Teramo ha eseguito otto misure cautelari in carcere e perquisizioni in diverse località, comprese le case circondariali di Teramo, Viterbo, Pescara e Roma Rebibbia. I reati contestati sono spaccio di sostanze stupefacenti e accesso indebito a dispositivi di comunicazione da parte di detenuti.

"Ditemi cosa devo fare". Sono le parole pronunciate ai poliziotti, subito prima di aprire la porta e lasciarli entrare in casa, dal 23enne di Pescara che per 44 ore è rimasto sul parapetto del suo balcone, al quinto piano di un palazzo del centro della città, minacciando il suicidio.

La Sasi comunica che a seguito di segnalazione di controlli interni riconducibili a situazioni di disagio per gli utenti nelle ore di maggior consumo della risorsa idrica, si necessita, oltre alle interruzioni settimanali già programmate e comunicate, di un intervento di interruzione della fornitura non differibile

Con l’avviso di conclusione delle indagini preliminari i finanzieri della Compagnia di Avezzano hanno portato a termine un articolato controllo antiriciclaggio e di polizia economico-finanziaria nei confronti di un’attività “compro oro” presente nel territorio marsicano.