Mercoledì 29 Gennaio 2020

Attualità

A Giulianova il "Battesimo Civico" per tutti i diciottenni

08/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
A Giulianova il "Battesimo Civico" per tutti i diciottenni

Si tratta di una cerimonia istituzionale che segna l’ingresso dei giovani maggiorenni nella società civile

Coinvolgere i giovani maggiorenni giuliesi nella vita sociale e politica, dando seguito agli impegni programmatici nazionali assunti in sede Europea dall’Italia sulle politiche giovanili. Questo è uno degli obiettivi cari all’Amministrazione Costantini che ha avallato una proposta dell’Assessore alla Democrazia Partecipata Lidia Albani e, con delibera di Giunta, ha istituito il Battesimo Civico per tutti coloro che hanno appena compiuto o si apprestano a compiere la maggiore età nell’arco dell’anno. Con il raggiungimento di questo importante traguardo anagrafico, infatti, si ottiene il conferimento della piena cittadinanza ed i giovani assumono diritti specifici, diventando protagonisti attivi della comunità. “Si tratta di un passaggio fondamentale per l’inizio di una autentica partecipazione democratica dei più giovani – dichiara l’Assessore Lidia Albani – fondata sui valori condivisi della Costituzione Italiana. Il Battesimo Civico prevede la programmazione, a partire dal 2020, di una cerimonia da tenersi nel mese di giugno, in occasione della Festa della Repubblica. Si tratterà di una giornata formativa e di confronto sulla Costituzione ed in generale sull’impegno civico, che si concluderà con un momento istituzionale durante il quale, ai giovani maggiorenni, verrà consegnata la Carta Costituzionale, a ricordo del loro ingresso nella società civile”. In allegato foto della Vice Sindaco ed Assessore Lidia Albani.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Giulianova

Potrebbero interessarti

Il sindaco, Fabio Adezio, ha firmato davanti alle telecamere della popolare trasmissione satirica l'impegno del Comune, che doterà il territorio di posacenere da palo e portatili

Marisa Tiberio: “Il nostro pensiero va rivolto al grande professionista che era Roberto D’Orazio con un plauso alle figlie che non si sono perse d’animo ma hanno continuato a lavorare per consentire al Gran Caffè Vittoria di tagliare il prestigioso traguardo."

Sabato 25 gennaio il convegno “Costruire insieme il percorso di crescita” promosso dalla Fondazione Paolo VI con Vicari (Università Cattolica), Menghini (Bambin Gesù) e Guitarrini (ReTe).

In tanti, singoli cittadini, famiglie e aziende in crisi finanziaria, si sono rivolti alla Mia srls che ha messo a disposizione un infopoint.