Mercoledì 24 Aprile 2024

Turismo e Natura

Nido di tartaruga nella Riserva del Borsacchio

21/07/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Nido di tartaruga nella Riserva del Borsacchio

Il sindaco di Roseto degli Abruzzi Mario Nugnes firma ordinanza per salvaguardarlo

 

Una tartaruga marina sceglie di nidificare nella Riserva del Borsacchio e l’Amministrazione Comunale di Roseto degli Abruzzi si muove prontamente per tutelare il nido attraverso un’apposita Ordinanza firmata dal Sindaco Mario Nugnes nella giornata di ieri.

La notizia dell’individuazione del nido è arrivata in Comune ieri mattina a seguito della segnalazione pervenuta dalla Guide del Borsacchio. Durante un consueto giro di perlustrazione, infatti, i volontari dell’Associazione Ambientalista, hanno notato la presenza a 50 metri a Nord dalla “Casa Verde” di probabili tracce di un nido di tartaruga di mare “caretta-caretta”.

Appena ricevuta la segnalazione, il personale del Centro Studi Cetacei e quello dell’Ufficio Locale Marittimo di Roseto degli Abruzzi si sono recati sul posto per procedere all’individuazione della camera delle uova ed avere la certezza della deposizione, recintando il sito e mettendolo in sicurezza con tutte le accortezze del caso.

Il Sindaco Nugnes, dopo essersi confrontato telefonicamente con il Presidente delle Guide del Borsacchio Marco Borgatti, ha ricevuto in ufficio il Presidente del Centro Studio Cetacei Vincenzo Olivieri con il quale ha concordato le azioni da porre in essere per tutelare la nidificazione.

 

Azioni che sono contenute nell’Ordinanza sindacale pubblicata nelle scorse ore. Nell’atto, tra le altre cose, viene disposto il divieto d’accesso, fino al 30 settembre 2023, salvo eventuale schiusa anticipata delle uova, in prossimità della casa verde. Si vieta, inoltre, di occupare la zona di spiaggia delimitata dalla recinzione posta a tutela del nido in alcun modo; di occupare l'arenile in prossimità del nido in maniera tale da evitare qualsiasi ostacolo al transito del personale addetto alla sorveglianza del sito (a tale riguardo è disposto il posizionamento di idonei cartelli indicanti tali divieti); di lasciare natanti in sosta, ad eccezione di quelli destinati alle operazioni di assistenza e salvataggio che comunque non devono recare danni al sito; di praticare qualsiasi gioco; di condurre senza guinzaglio o far permanere in libertà qualsiasi tipo di animale, anche se munito di museruola. E’ vietato, inoltre, tenere ad alto volume qualunque apparecchio di diffusione sonora; creare assembramenti o comunque il passaggio di persone in prossimità dell’area circoscritta; accendere fuochi sull’areniIe e svolgere manifestazioni considerate di forte impatto sonoro e che inducano propagazioni di vibrazioni nel suolo.

 

“La nidificazione di una tartaruga marina sulle spiagge di Roseto rappresenta una bella notizia per il nostro territorio – afferma il Sindaco Mario Nugnes – da un lato certifica la qualità delle nostre acque e delle nostre spiagge e, dall’altro, è un’occasione per mostrare ancora una volta lo spirito di collaborazione tra istituzioni, enti di tutela animale e associazioni ambientaliste. Appena appresa la notizia mi sono subito mosso per creare una task force ambientale con l’obiettivo di tutelare il nido nella Riserva e, successivamente, ho fatto predisporre agli uffici un’ordinanza che mette nero su bianco tutte le azioni necessarie per salvaguardare la zona in questione. Ringrazio tutti coloro che, nei prossimi giorni, si impegneranno nel monitoraggio del nido nell’attesa di assistere alla schiusa che sarà una festa per tutti”.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Roseto degli Abruzzi

Potrebbero interessarti

L’Autorità di sistema portuale presenta le caratteristiche e le potenzialità di sviluppo di questo traffico marittimo negli scali di Marche e Abruzzo al Seatrade Cruise Global che si svolge in questi giorni in Florida

Soddisfatto il sindaco Enzo Di Natale; numeri che certificano ancora una volta la vocazione turistica che il paese sta conquistando anni dopo anno.

Nella giornata di domenica 3 marzo, si è registrato un notevole successo per l'evento di trekking guidato nella riserva Borsacchio, in collaborazione con il CAI Val Vibrata.

Creare i presupposti per una collaborazione tra i comuni costieri del teramano e del pescarese con quelli del chietino per sviluppare e promuovere il turismo abruzzese. Iniziative e progetti che vadano in linea con i programmi del Settore Turismo della Regione Abruzzo.