Mercoledì 28 Ottobre 2020

Sanità

Coronavirus, all'ospedale di Vasto creata area grigia al pronto soccorso con 8 posti letto

12/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, all'ospedale di Vasto creata area grigia al pronto soccorso con 8 posti letto

Una decisione presa dal direttore sanitario della Asl dopo lo stop ai ricoveri in Geriatria e Medicina per un contagio

Al Pronto soccorso di Vasto attivi da oggi otto posti letto di “area grigia” per i pazienti affetti da patologie trattate in Geriatria e Medicina. La nuova formula organizzativa è stata varata questa mattina dal direttore sanitario della Asl Lanciano Vasto Chieti, Angelo Muraglia, e dalla Direzione medica ospedaliera. La decisione nasce dall'esigenza di dare una risposta agli utenti che non possono accedere al momento ai reparti suddetti, dove sono stati temporaneamente sospesi i ricoveri per la presenza di un malato, ricoverato per altre patologie, risultato positivo al tampone dopo che quello in ingresso era risultato negativo. Il reparto, già saturo di posti letto, è stato isolato in attesa di sottoporre a test per il Coronavirus pazienti e personale, una volta trascorso il tempo utile per la sensibilizzazione al virus. Il caso positivo ha fatto scattare il tracciamento dei contatti, che ha individuato un collegamento con il focolaio dell’Ortopedia, dove le operazioni di sanificazione si svolgeranno domani. E’ stata dunque attivata l’area grigia in Pronto soccorso con la finalità di dare comunque risposte ai pazienti destinati all'area medica, in attesa che i reparti interessati riprendano la piena operatività dopo l'esito dei tamponi e le eventuali misure che saranno adottate. A seguire i malati in area grigia sono gli infermieri e operatori sociosanitari del Pronto soccorso con i medici della Medicina e Geriatria.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L' assessore regionale Nicoletta Verì: siamo andati a intervenire su alcuni aspetti procedurali che stavano creando enormi difficoltà al nostro sistema sanitario.

Il direttore generale, Thomas Schael: il giusto riconoscimento al personale che si è speso con grande generosità durante la prima fase della pandemia e ancora continua a farlo.

Con una stratificazione delle classi di rischio per il personale sanitario che opera in reparti Covid e no-Covid.

Sospiri: è l’esempio tangibile della professionalità, delle capacità dell’attuale management aziendale della Asl