Sabato 15 Giugno 2024

Politica

Ortona, la Giunta approva il bilancio di previsione 2023 per 84 milioni di euro e il piano delle opere pubbliche per 14 milioni

27/03/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Ortona, la Giunta approva il bilancio di previsione 2023 per 84 milioni di euro e il piano delle opere pubbliche per 14 milioni

Il sindaco Castiglione: un bilancio di previsione che certifica una gestione amministrativa sana e efficace

La giunta ha approvato il bilancio di previsione 2023 per un importo di 84 milioni di euro e il piano delle opere pubbliche con investimenti per 14 milioni di opere «Un bilancio di previsione che certifica una gestione amministrativa sana e efficace – dichiara il Sindaco Leo Castiglione – all’insegna della continuità e rispetto dei vincoli finanziari di bilancio senza incidere sulle tasche dei cittadini. Il lavoro per presentare l’atto più importante per l’azione di governo, ovvero il documento di programmazione economico-finanziaria, è iniziato subito dopo la rielezione e ha rispettato i tempi dettati dalla programmazione economica del governo nazionale. È dunque un documento condiviso nelle tante riunioni di maggioranza svolte nei mesi scorsi che racchiude le linee programmatiche che abbiamo proposto ai cittadini ricevendo il loro consenso per un nuovo ciclo di governo della città».

Il bilancio di previsione 2023 si attesta su un importo complessivo di 84 milioni di euro che comprende come voci principali 15 milioni e 600mila euro di entrate correnti, 5 milioni e 636mila di trasferimenti, 3 milioni e 336mila di entrate extratributarie e 1 milione e 675mila di accensione di nuovi mutui. Sul versante della spesa le voci principali sono concentrate sui 24 milioni e 369mila di spese correnti e 24 milioni e 241mila di spese in conto capitale. «I numeri del nostro bilancio sono positivi – commenta l’assessore al Bilancio Marcello Di Bartolomeo – la pressione fiscale nel nostro Comune non è aumentata anzi abbiamo mantenuto invariate le tariffe sia sui servizi a domanda e sia sull’addizionale comunale Irpef ferma allo 0,6% e questo nonostante l’aumento dei costi per luce e riscaldamento di circa 500mila euro, un incremento del contributo per il Piano di zona sociale di circa 120mila euro e l’aumento del servizio di refezione scolastica dovuto all’incremento dell’utenza. Inoltre senza incidere su altre voci d’entrata abbiamo previsto il capitolo dei rimborsi tributi di 50mila euro che possono essere utilizzati anche per le domande di rimborso Tari. L’univa voce in aumento riguarda l’adeguamento Istat di 240mila euro, imposto dalla legge e relativo al contratto con la società EcoLan per il servizio di raccolta dei rifiuti urbani».

Nel quadro della programmazione approvata dalla giunta rientra anche il Piano delle opere pubbliche 2023-2025 che per l’annualità in corso prevede una quota di investimenti pari a 14 milioni di lavori. Un capitolo importante del piano è rivolto alle scuole ortonesi attraverso i fondi previsti per l’efficientamento energetico, un totale di 4 milioni destinati agli edifici di via Mazzini, piazza San Francesco e Fonte Grande. Prosegue l’opera di riqualificazione ambientale della pineta dell’Acquabella con altri 100mila euro di mutuo che si sommano ai fondi fino ad oggi già spesi per mettere in sicurezza l’area dopo il grave incendio di due anni fa. L’attenzione sugli spazi verdi e urbani all’insegna del decoro urbano si concentra con un programma di interventi sul giardino sottostante la Passeggiata Orientale di 100mila euro, la riqualificazione della discesa a mare dal Castello Aragonese per 50mila euro, il completamento dei giardini alla Sala Eden per 70mila euro, il completamento dei marciapiedi in via Giro degli Ulivi per 90mila euro, la sistemazione del collegamento tra piazza degli Eroi canadesi e corso Matteotti con 200mila euro, interventi di riqualificazione dei vicoli del centro urbano per 150mila euro, il nuovo parcheggio adiacente al cimitero cittadino con un progetto cofinanziato dalla Regione di 145mila euro. Sul territorio oltre ai lavori che riguardano il potenziamento della rete dei servizi come l’estensione della rete metanifera previsti 800mila euro, gli interventi a protezione della costa con 500mila euro, la pubblica illuminazione 80mila euro, la manutenzione delle strade rurali 90mila euro, un sostanzioso finanziamento di 450mila euro è previsto nell’area di Postilli con la realizzazione di marciapiedi e pubblica illuminazione.

«Si tratta di un intervento strategico per lo sviluppo del nostro territorio e del turismo – sottolinea il vice sindaco con delega ai lavori pubblici Cristiana Canosa – che vogliamo realizzare attraverso la permuta immobiliare dell’edificio dell’ex scuola. In sostanza chi si aggiudicherà la vendita dell’ex scuola dovrà realizzare il progetto delle nuove infrastrutture a Postilli redatto dai tecnici dell’ufficio comunale e soprattutto potrà ristrutturare l’edificio dell’ex scuola secondo il progetto esecutivo sempre elaborato dai tecnici comunali che terrà conto di una riqualificazione ecocompatibile della struttura attenta ai materiali e all’ambiente circostante». Tra le voci di investimento più sostanziose spicca i 2 milioni e 410mila euro ottenuti per la demolizione e ricostruzione della nuova caserma della Guardia di Finanza, i 910mila euro per la realizzazione della stazione di posta, 1 milione e 774mila euro per adeguamento strutturale e normativo della Casa di riposo. «Questo bilancio con gli atti di programmazione collegati dimostra che l’amministrazione ha sempre continuato a lavorare – continua il Sindaco Castiglione – anche perché dobbiamo affrontare le emergenze degli sbarchi di immigrati e soprattutto ci attende l’appuntamento unico e storico della partenza del Giro d’Italia e senza l’approvazione del bilancio c’è il concreto rischio di non poter avviare la macchina organizzativa».

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Ortona Leo Castiglione

Potrebbero interessarti

"Alta l'attenzione del Governo regionale sulla problematica con provvedimenti concreti, quasi 8 milioni di euro"

L’assessore alle Attività produttive, Tiziana Magnacca, ha avuto un incontro con le aziende del distretto della moda della Val Vibrata, consorzio presieduto da Francesco Palandrani.

“Il 42,07% di Fratelli d’Italia a Casalbordino, in occasione della consultazione elettorale europea, è un risultato straordinario, che va oltre la media regionale e nazionale".

Gli elettori hanno scelto la continuità, la concretezza, hanno premiato la serietà dei candidati e le loro capacità nel proseguire il percorso di crescita di Fossacesia». E’ il commento a caldo di Enrico Di Giuseppantonio, riconfermato per la terza volta a sindaco di Fossacesia.