Sabato 08 Agosto 2020

Politica

Code e disagi A14, il Ministro delle infrastrutture apre alla possibilità della terza corsia

30/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Code e disagi A14, il Ministro delle infrastrutture apre alla possibilità della terza corsia

Cauto il presidente della regione Marsilio, mentre soddisfazione viene espressa dal deputato Camillo D'Alessandro.

“Anche se debolmente e con mille riserve, rispondendo al question time della Camera dei Deputati, il Ministro delle Infrastrutture apre alla possibilità di realizzare la terza corsia sull’autostrada A14; prende corpo, ai più alti livelli nel dibattito politico nazionale, una proposta che ho lanciato per primo e in perfetta solitudine un anno fa. Spero che ‘l’approfondimento’ in corso da parte del MIT termini presto e consegni un risultato positivo: l’Abruzzo non può più aspettare”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. Ed interviene il deputato di Italia Viva Camillo d'Alessandro che ieri ha presentato un'interrogazione a riguardo e che esprime soddisfazione in relazione all'intervento della ministra dei Trasporti Paola De Micheli: “La risposta della ministra De Micheli rappresenta una notizia molto importante per l’Abruzzo e le Marche e per gli italiani che attraversano la dorsale adriatica: la terza corsia è l'unica risposta possibile ad un ritardo storico. “Si apre così finalmente una breccia nell’ambito del rapporto tra governo e concessionario sulla partita che riguarda la terza corsia. Questo ci rincuora perché era la terza volta che Italia Viva presentava un’interrogazione sulla medesima questione: il tratto autostradale A 14 tra le Marche e Abruzzo è letteralmente nel caos dalla mezzanottedel 4 ottobre 2109. Abbiamo per questo chiesto il ripristino della normalità e la previsione di una terza corsa verso Sud. - continua D'Alessandro - Ciò che non può accadere, questo è stato il nostro impegno, è che nell'ambito del confronto con l’Aspi i nuovi investimenti si concentrasse solo sulle infrastrutture al nord e venisse escluso il tratto adriatico di competenza dell'Associazione. Non sarebbe accettabile che, nell'ambito della nuova programmazione con società Autostrade, gli interventi di ammodernamento si concentrassero unicamente al Nord”. Ora vigileremo sulla attuazione del nuovo PeF e se sarà necessario chiederemo un commissario per realizzare subito le opere - continua D'Alessandro - Per quanto riguarda la situazione attuale abbiamo ottenuto la garanzia, a giorni, della riapertura di alcuni tratti al transito a due corsie e l'inizio dei lavori per la sostituzione delle barriere a settembre. Nelle more Anas si farà carico dei disagi lungo la Strada Statale 16". Conclude il deputato di Italia Viva.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo

Potrebbero interessarti

"La Giunta Marsilio ha impresso un'accelerazione dei lavori del terminal bus "Francesco Paolo Memmo" che,oggi,sono stati affidati alla ditta realizzatrice;un segno tangibile che certifica un particolare riguardo per il territorio frentano.

Il coordinatore cittadino Memmo: Non c'è chiarezza rispetto allo stato reale dei lavori.

il deputato di Italia Viva annuncia in primis il suo impegno per la vertenza dei lavoratori della Yokohama di Ortona

L'assessore regionale ha espresso la volontà di portare la vertenza all'esame nazionale del Mise perché l'azienda chiarisca le ragioni della chiusura dello stabilimento abruzzese mettendo a rischio 84 posti di lavoro.