Sabato 13 Luglio 2024

Politica

Alberto Bagnai primo firmatario proposta della Lega di alzare tetto contante a 10 mila euro

26/10/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Alberto Bagnai primo firmatario proposta della Lega di alzare tetto contante a 10 mila euro

Depositato alla Camera un progetto di legge dell'onorevole Alberto Bagnai. Oggi la soglia è a 2.000 euro e dal primo gennaio scenderà a 1.000.

La Lega ha depositato alla Camera un progetto di legge per alzare il tetto del contante a diecimila euro. Prima firma è quella del deputato abruzzese, onorevole Alberto Bagnai, economista originario della Toscana e docente dell’Università D’annunzio di Chieti e Pescara, eletto alla Camera nel collegio uninominale di Chieti.

"Alzare il tetto di spesa in denaro contante è una "proposta di buonsenso della Lega, in linea col programma del centrodestra e con altri paesi europei: Meno burocrazia, più libertà", ha affermato il segretario della Lega e vicepremier Matteo Salvini su Facebook.

Oggi la soglia entro la quale è possibile pagare o effettuare transazioni in contanti è a 2.000 euro. Il tetto resterà così fino alla fine dell’anno, mentre dal primo gennaio 2023, se il nuovo governo non approverà nuove proposte, il limite sarà dimezzato. A inizio 2022, Lega e Forza Italia, che come noto sostenevano il governo Draghi, votarono un emendamento al decreto Milleproroghe presentato da FdI, che manteneva il tetto ai contanti a 2mila euro, anziché farlo scendere a mille, facendo slittare al 2023 la modifica alla soglia. Ora questo progetto di legge che è in linea con il programma unitario del centrodestra con il quale si è presentato alle elezioni vinte lo scorso 25 settembre,

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo Alberto Bagnai Lega

Potrebbero interessarti

Nell’assemblea di oggi la candidatura di Paolini è stata ritirata perché è mancato il sostegno di una parte del centrodestra. Il coordinatore cittadino di Forza Italia lancia un messaggio chiaro agli alleati.

Alla Provincia di Chieti viene chiesto il maggiore sacrificio in Abruzzo con un taglio tra il precedente decreto e l’ultimo in tema di “contributo alla finanza pubblica” pari a 672.000 euro

Avviato processo di ricostruzione per il 95% delle opere pubbliche

“La misura, prevista nell’ambito della legge di stabilità regionale 2024, è destinata alle imprese di pesca che operano nel porto-canale di Pescara