Venerdì 12 Aprile 2024

Miscellanea

Sansificio di Treglio: in Regione la Conferenza dei servizi

30/01/2017 - Redazione AbruzzoinVideo

Si è conclusa senza nessuna decisione la riunione della Conferenza dei Servizi ,che si è tenuta ieri presso la sede della Regione in via Passolanciano, che avrebbe dovuto decidere in merito al rilascio dell'autorizzazione per altri 15 anni alla sansifici Vecere per continuare a tenere attivo lo stabilimento di Treglio, un sansificio contro il quale da anni lotta il Comune, che ne chiede la delocalizzazione ed i tanti cittadini che sono costretti a subire tutte le conseguenze di quei fumi nauseabondi, urticanti e tanto temuti per la salute, che non permettono alle famiglie del territotio di Treglio, ma anche dei comuni vicini, di respirare aria salubre. con un notevole abbassamento della qualità della vita che un Comune bellissimo come Treglio, conosciuto in tutto il mondo per essere il borgo degli affreschi, non merita. "Me ne vado da Pescara con due sentimenti contrastanti , la gioia e L' amarezza - scrive su Fb il sindaco Massimiliano Berghella. La gioia e la gratitudine sono per chi ci è stato vicino oggi , i cittadini che hanno partecipato alla conferenza , il sindaco di Rocca San Giovanni Giovanni Enzo Di Rito che ha delegato due amministratori straordinari , il consigliere comunale delegato all' ambiente Fabio Caravaggio e il Vice Sindaco D'Angelo Giovanni , che sono stati fino all' ultimo con noi , il sindaco di FrisaRocco Di Battista che ci ha fatto sentire la sua vicinanza delegando il consigliere Alessandro Lanci, il vice Sindaco di Lanciano Pino Valente , il dottore Cesiano Bucci della Asl , il dottor Angelo Radoccia e il mio legale Raffaella Di Giovanni, il mio tecnico industriale e ambientale Tommaso Giambuzzi. Ringrazio le associazioni presenti. i comuni di Treglio e Rocca San Giovanni hanno espresso PARERE CONTRARIO al rilascio della nuova autorizzazione richiesta dalla Sansifici Vecere della durata di 15 anni . Anche la Asl ha espresso un parere igienico sanitario CONTRARIO . La SASI presente con il Presidente Gianfranco Basterebbe , anche lui attento e presente fino alla fine , ha espresso parere favorevole all' immissione in fogna delle acque ma facendo un ottimo lavoro per mettere delle prescrizioni . L' amarezza invece viene dall' Assenza dell' Arta che ha inviato un parere scritto , ma senza dire se era Favorevole o Contraria al progetto tecnico , cioè mettendo in luce di fatto L' impossibilità da parte loro di emettere parere per la difformità delle due  diverse relazioni tecniche redatte dall' azienda in tempi diversi . Inoltre abbiamo chiesto che L' iter amministrativo si chiudesse oggi , abbiamo lottato con tutte le forze e i mezzi amministrativi e tecnici in nostro possesso , e dopo 12 ore Siamo riusciti ad ottenere la chiusura del procedimento . Certo ci aspettavamo un pronunciamento del Responsabile unico del procedimento , ma il dott Enzo De Vincentiis ha rimandato al dirigente del suo settore la decisione finale . Alla luce dei pareri espressi da noi enti crediamo che L' esito sia scontato , perché un pronunciamento Favorevole da parte della Regione sarebbe davvero difficilmente giustificabile , ma se così fosse siamo pronti a farci valere in ogni opportuna sede . Grazie a tutti per la vicinanza che mi state facendo sentire. Noi non siamo contro nessuno ma sento forte il peso della responsabilità che comporta indossare una fascia tricolore , credo che un Sindaco abbia il dovere di battersi per l' interesse collettivo e per la difesa del proprio territorio."

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Si conferma anche quest’anno il successo della Befana del Vigile, iniziativa di solidarietà organizzata dal Comando di Polizia Municipale, guidato da Nicolino Casale.

Sull’intero complesso dello stadio di proprietà del Comune insistono vincoli che ne affermano la valenza storico-architettonica.

I caschetti sono ispirati al copricapo che i pompieri indossano in servizio e sono stati realizzati da due volontari Vigili del Fuoco del distaccamento di Montesilvano

È stato previsto di istituire una tariffa unica regionale da porre a carico dei professionisti che presentano l’Attestato di Prestazione Energetica