Lunedì 24 Febbraio 2020

Eventi

Sono stati circa 10.000 i visitatori che si sono recati ad “Abitare Oggi” nei tre giorni della Rassegna.

06/03/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

Le premesse, in verità, erano positive, già il primo giorno quasi 3000 persone e questo aveva favorevolmente colpito gli organizzatori che speravano appunto in una buona affluenza. E così è stato. I 30 anni della Fiera dell'Edilizia e dell'Architettura sono stati degnamente festeggiati, questo appuntamento ha mostrato ancora una volta di essere in grado di richiamare un pubblico attento e competente. “Aver privilegiato la specializzazione, senza però trascurare gli aspetti legati all'estetica, al comfort, alla creatività, si è rivelata una scelta vincente - ha commentato il Presidente di Lancianofiera Franco Ferrante, visibilmente soddisfatto – anche gli espositori hanno apprezzato questo orientamento e molti hanno proprio sottolineato l'interesse concreto mostrato dai visitatori. Chi viene a questa Fiera, lo fa perché ha un obiettivo preciso, non viene solo per passeggiare o trascorrere qualche ora in maniera diversa anche se pure questo va bene. I consensi degli espositori, la notevole presenza di pubblico testimoniano il successo di questa Rassegna che ha saputo rinnovarsi e interpretare i cambiamenti avvenuti nel settore, cercando di dare risposte adeguate alle richieste del mercato”. C'è stata una considerevole partecipazione anche ai convegni organizzati dagli ordini professionali degli Ingegneri, Geologi, Geometri e Geometri laureati, che hanno selezionato argomenti importanti, di grande attualità che hanno suscitato l'interesse e la curiosità anche degli studenti. Presenti alla simulazione con la tavola vibrante di un terremoto e all'incontro su un altro tema riguardante il nostro territorio e un bene prezioso come l'acqua, “Idrogeologia della Majella: la Sorgente del fiume Verde”, il titolo dell’incontro, relatori il prof Sergio Rusi, geologo, dell’Università D’Annunzio di Chieti, che ha puntato l’accento sulle peculiarità della sorgente e il dott. Fabrizio Talone della Sasi, per la prima volta in Fiera, che ha parlato del corretto utilizzo dell’acqua. “La parte dedicata all'analisi, all'approfondimento e alla riflessione è stata significativa, ritengo fondamentale offrire insieme alla parte espositiva, l'occasione di conoscere meglio argomenti di comune interesse”. ha ribadito Ferrante ringraziando tutti quelli che si sono adoperati, docenti e professionisti, per organizzare convegni di qualità.

Tra le novità, hanno riscosso una speciale attenzione porte, persiane e serrande blindate che si aprono e chiudono con sistemi all’avanguardia, capaci di garantire sicurezza e tranquillità. Si tratta della ditta Serramenti Italia, di Larino, che ha scelto Abitare Oggi per presentare proprio il fiore all’occhiello delle loro modernissime proposte. Una porta che attraverso un particolare sistema permette addirittura di sapere chi entra e chi esce e si apre sfiorando appena la serratura con apposita carta. Tutto può essere visionato e controllato con il cellulare. In tanti si sono informati sul funzionamento e sui costi di queste porte e finestre. Curiosità anche per le altre proposte, per gli angoli destinati al bello e al comfort, per lo spazio curato con creatività e fantasia dagli studenti dell’Università Europea del Design che domenica ultimo giorno di “Abitare Oggi” hanno presentato lavori commissionati dall'Avis regionale e dalla ditta Bosso. Sul palco si sono avvicendati sei gruppi, ognuno con le proprie proposte. La richiesta dei clienti era uno spot, dei gadget e abiti da lavoro. Gli studenti hanno mostrato creatività, intuito, capacità e fantasia. Tutti i lavori sono stati apprezzati e applauditi. In tanti hanno preso parte ai corsi shabby, nello stand riservato proprio a questa particolare tecnica che continua ad esercitare un grande fascino.

La Fiera dell'Edilizia e dell'Architettura, chiude, quindi, con successo, forte dei 30 anni di esperienza e delle parole di impegno e di sostegno arrivate nel giorno dell'inaugurazione, dal Consigliere Regionale Nicola Campitelli (Lega), dal Prefetto di Chieti Giacomo Barbato, dal Sindaco di Lanciano e Presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo che ancora una volta ha rimarcato i risultati ottenuti dalla “presidenza di Franco Ferrante”. Consensi anche da parte dei soci. A visitare Abitare Oggi pure il capogruppo Pd alla Regione Silvio Paolucci ex assessore alla Sanità e al Bilancio, in questi anni molto vicino a Lancianofiera con scelte concrete indirizzate a un progetto di rilancio. “Auspico che il nuovo Esecutivo tenga in considerazione il contributo stanziato da noi nella Finanziaria e comprenda davvero il ruolo di questa fiera per l'economia del territorio”, ha detto Paolucci.

E se il sipario è sceso su “Abitare Oggi”, nei padiglioni e nell'area esterna c'è ancora fermento. Si lavora alla preparazione e allestimento della 58^ Fiera Nazionale dell'Agricoltura che si terrà dal 5 al 7 aprile 2019.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Sono 31 le edizioni di Abitare Oggi, Fiera Nazionale dell'Edilizia e dell'Arredamento, che torna a Lancianofiera il 28 e 29 Febbraio e il 1 Marzo, e si presenta con un programma sempre più attuale, in grado di rispondere alle aumentate esigenze e di fugare eventuali dubbi grazie all'intervento qualificato di esperti.

Il Parco Nazionale della Majella presenta, in un incontro che si terrà domani a Sulmona, il nuovo programma per la valorizzazione degli allevamenti sostenibili.

Continuano gli incontri dell'Università di Strada, la scuola di politica organizzata dall'Arci in collaborazione con altre realtà politiche e associative di Pescara.

Il progetto, che vede protagonisti gli studenti dell'Istituto comprensivo Salvo D' Acquisto, è stato presentato dal sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca con la dirigente scolastica dell’IC1 Annarosa Costantini, affiancata dal presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, dall’assessore regionale Nicola Campitelli, dal segretario dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale Sabrina Bocchino e dal presidente della Seconda commissione del Consiglio regionale Manuele Marcovecchio.