Sabato 14 Dicembre 2019

Eventi

Al Teatro Duse di Bologna la Mostra di Paolo Giancristofaro

23/04/2016 - Redazione AbruzzoinVideo

LANCIANO – Informatico per professione, fotografo per passione. E’ la storia di Paolo Giancritofaro, giovane lancianese, che a parte un buon percorso nel campo dell’innovazione informatica (adesso lavora a Firenze), sta cogliendo buone soddisfazioni e riconoscimenti nell’arte fotografica. E’ figlio del giornalista Mario e della compianta Letizia Miscia, che è stata direttrice della Biblioteca comunale “Raffaele Liberatore”.

Dal 16 marzo scorso e fino al 27 aprile prossimo, una mostra fotografica di Paolo Giancristofaro è ospitata al Teatro Duse di Bologna. Nel vernissage della mostra, organizzata e promossa dal Forum dei Comitati e delle Associazioni culturali di Bologna, presidente Marzia Zimbelli, sono intervenuti da Lanciano anche i suoi familiari e amici. Letture introduttive a cura della scrittrice Julka Caporetti. Con l’autore, ha presentato le opere lo scrittore Giovanni Gotti, che ha sottolineato come dietro ogni opera di Paolo Giancristofaro ci siano delle storie, che possono corrispondere a quelle pensate dall’autore, oppure percepite dal visitatore. Qualificato il pubblico presente. Titolo del progetto fotografico: “Dentro”.

Paolo Giancristofaro, nato a Lanciano, intraprende fin da ragazzo studi scientifici, laureandosi in Informatica presso l'Università degli Studi dell'Aquila. Lavora come informatico in Engineering Ingegneria Informatica, prima nelle Marche, poi a Firenze, dov’è tutt’ora.

 

Dice di sé: <Figlio di giornalista e bibliotecaria, ho sempre avuto la passione della lettura e scrittura. Quasi accidentalmente mi sono ritrovato una macchina fotografica in mano. Più dei tempi di esposizione, dei diaframmi e tutto il resto, mi interessano le storie. Prendo la mia reflex e scendo in strada. Come leggere. Leggo una storia, scatto, e provo a raccontarla. Come scrivere>.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il 12 dicembre 1954 il Consiglio Centrale del Club Alpino Italiano costituiva il Corpo Soccorso Alpino: la realtà che in breve sarebbe diventata il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS).

Si è svolta Domenica scorsa l'inaugurazione del nuovo Beauty Center&Farm dell'Hotel Villa Medici di Rocca San Giovanni (Ch), che si presenta in una veste completamente rinnovata, e dello Studio di Dietologia e di Medicina estetica specializzato in trattamenti per il dimagrimento e il ringiovanimento del viso e del corpo.

Un evento eccezionale e gratuito per commemorare il decimo anniversario del terremoto dell’Aquila. Il capolavoro della musica sacra universale, la Fantasia Corale di Ludwig van Beethoven e la Messa da Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart, risuoneranno come inno di rinascita di una città ferita nella superba cornice della Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma, una delle Chiese più belle al mondo, Sabato 30 Novembre 2019, ore 21.00 e poi a L’Aquila, nella Basilica di San Silvestro, appena restaurata, Domenica 1 Dicembre 2019 ore 18.00 per commemorare il decimo anniversario del terremoto aquilano.

Altri Orizzonti ODV, da quasi venti anni a tutela dei diritti delle famiglie del territorio frentano che soffrono il disagio psichico, organizza un convegno pubblico annuale, sul tema della salute mentale, il 4 dicembre 2019 al Polo Museale di Lanciano