Sabato 16 Ottobre 2021

Ecologia e Ambiente

Al via Adriatic Link di Terna, oltre 1 miliardo di euro di investimenti per il nuovo cavo sottomarino tra Abruzzo e Marche

17/02/2021 - Redazione AbruzzoinVideo

Conferenza stampa di presentazione in Regione Abruzzo alla presenza del dottor Adel Motawi dirigente responsabile di Terna che ha annunciato l'avvio di una serie di consultazioni con le amministrazioni comunali, le associazioni di categoria e i cittadini.

Terna ha avviato la progettazione partecipata per l’Adriatic Link, il nuovo elettrodotto sottomarino che unirà Abruzzo e Marche, per il quale il gestore della rete elettrica nazionale investirà oltre 1 miliardo di euro, coinvolgendo circa 120 imprese tra dirette e indotto. La nuova interconnessione, lunga complessivamente circa 285 km e completamente invisibile, sarà costituita da un cavo sottomarino, due cavi terresti interrati - dunque senza alcun impatto per l’ambiente - e da due stazioni di conversione situate nelle vicinanze delle rispettive stazioni elettriche esistenti di Cepagatti (Abruzzo) e Fano (Marche).

Stamane la conferenza stampa di presentazione alla presenza del presidente della Regione Marco Marsilio, dell’assessore all’ambiente Nicola Campitelli, del presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, e del dottor Adel Motawi, dirigente responsabile della Gestione dei processi amministrativi di Terna.

L’opera è strategica per il sistema elettrico nazionale, all’avanguardia per tecnologia e sostenibilità ambientale. L’infrastruttura, infatti, favorirà lo sviluppo e l’integrazione delle fonti rinnovabili contribuendo alla decarbonizzazione del sistema energetico italiano, coerentemente con gli obiettivi delineati dal Piano Nazionale Integrato Energia e Clima. Inoltre, consentirà di migliorare la capacità di scambio elettrico tra le diverse zone del Paese, grazie a un incremento di circa 1000 MW di potenza, aumentando l’efficienza, l’affidabilità e la resilienza della rete elettrica di trasmissione

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il Comune di Fossacesia capofila nel confronto tecnico giuridico con l'Autorità nazionale Anticorruzione.

In località Bel Luogo, a Lanciano, la cerimonia di posa della prima pietra dell’impianto di compostaggio che la ECO.LAN si appresta a realizzare per la produzione di “compost” dal trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani prodotta nei Comuni gestiti dalla Società.

Soddisfatto l'assessore all'Energia, Nicola Campitelli “E' innanzitutto la conferma dell'efficacia delle strategie messe in campo fin dall'inizio di questa legislatura. È chiaro che tutte le Regioni italiane debbano migliorarsi per raggiungere l'obiettivo della neutralità."

Il sindaco Borrelli: "L’ordinanza del massimo organo della Giustizia amministrativa nel nostro Paese, conferma la bontà dell’operato dell’amministrazione comunale, che si è spesa per la tutela della salute e della qualità della vita non solo di tutti gli atessani, ma anche di tutti gli abitanti dell’intera Val Di Sangro".