Mercoledì 24 Aprile 2024

Cronaca

Viola divieto di avvicinamento all'ex moglie, arrestato un uomo di Castel Frentano

30/08/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Viola divieto di avvicinamento all'ex moglie, arrestato un uomo di Castel Frentano

L'uomo dallo scorso anno era stato raggiunto dalla misura cautelare.

Nel tarda serata di domenica scorsa, 28 agosto 2022 militari della Compagnia Carabinieri di Atessa hanno arrestato un 42enne di Castel Frentano per aver violato il divieto di avvicinamento alla ex moglie, una 36enne di Perano (CH).

L'uomo avrebbe raggiunto il domicilio dell’ex coniuge dopo aver tentato di scavalcare il recinto che delimita la proprietà della donna, ed avrebbe iniziato a minacciarla ripetutamente di atti gravemente lesivi più volte indirizzati anche nei confronti del padre dell'ex consorte.

Spaventata la donna ha deciso di richiedere l’intervento dei carabinieri, al fine di far desistere l'uomo dalle intimidazioni e di farlo allontanare. Il 42enne, in evidente stato di ebbrezza, alla vista dei militari dell’Aliquota Radiomobile di Atessa avrebbe reagito violentemente. è stato pertanto tratto in arresto per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale nonché per la violazione della misura cautelare cui era sottoposto dall’anno 2021. Il presunto responsabile, al termine degli accertamenti esperiti, è stato tradotto presso il proprio domicilio, su disposizione del magistrato di turno della Procura di Lanciano, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto dinnanzi al Giudice per le indagini preliminari presso il medesimo Tribunale e le valutazioni della posizione in sede cautelare.

Il procedimento penale pende, ovviamente, nella fase delle indagini preliminari.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il cane antidroga Airton”, delle Unità Cinofile con il suo fiuto ha segnalato per terra la presenza di alcune dosi di sostanza stupefacente

I controlli della Polizia di Stato proseguiranno per garantire la sicurezza degli studenti e dei docenti

Erano su una Citroen che ha sbandato schiantandosi violentemente contro una Ford.

La Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila ha confermato la sentenza di ergastolo per Alessandro Chiarelli, un 31enne di Popoli (Pescara), accusato di aver ucciso con 17 coltellate il suo amico e vicino di casa, Fulvio Declerch, 54 anni, e di aver gettato il suo cadavere nel fiume Pescara.