Marted 29 Novembre 2022

Cronaca

Vasto, salvata dalla Polizia una donna, era già stesa sui binari, voleva togliersi la vita

05/10/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Vasto, salvata dalla Polizia una donna, era già stesa sui binari, voleva togliersi la vita

Foto repertorio

Una corsa sui binari di 2 km e contro il tempo da parte della polizia, visto che era in arrivo un convoglio, ma la donna è stata individuata e presa di peso dagli agenti.

Aveva deciso di togliersi la vita facendosi invvestire da un un treno in corsa. ma grazie al tempestivo intervento degli agenti del Commissariato di Polizia di Vasto è stata evitata la tragedia. E’ avvenuto la notte del 3 Ottobre a Vasto.

La Polizia ha ricevuto da un familiare di una giovane donna l’allarme che quest’ultima avesse l’intento di compiere l’insano gesto e che si stava recando alla locale stazione ferroviaria. Gli agenti delle volanti, giunti subito sul posto, hanno trovato l’auto della giovane parcheggiata ed hanno così subito allertato il Compartimento Ferroviario affinché intervenisse sulla circolazione dei treni in transito.

Purtroppo gli agenti hanno appreso di un convoglio in arrivo pertanto hanno iniziato una disperata ricerca della povera donna. Dopo una corsa di 2 km al buio sui binari, solo con l'ausilio di torce, gli agenti l'hanno finalmente individuata, la donna era già stesa sui binari, in stato di semincoscienza. Con fatica gli agenti delle volanti l’ l’hanno sollevata e sorretta accompagnandola alla stazione dove sono giunti i soccorsi dei sanitari del 118. Una notte difficile per la Polizia di Vasto, per questi agenti  che hanno compiuto un'azione davvero lodevole e dal grande impatto emotivo, rischiando la propria vita pur di di salvarne un'altra. 

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Vasto Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti ha accertato, a carico di un soggetto titolare di una ditta attiva nel settore edile, violazioni alle limitazioni dell'uso del contante, con operazioni volutamente frazionate, per l’acquisto di materiali edilizi.

Si tratta della seconda persona coinvolta nella grave aggressione avvenuta a Giugno che ha già portato all'arresto di un 38enne di Montesilvano. Individuato e denunciato dai carabinieri anche il terzo aggressore sempre del pescarese.

gli oltre 70mila euro ottenuti grazie all’aggiudicazione di fondi rientranti Fondo Europeo diSviluppo Regionale nel programma POR-FESR Abruzzo 2014/2020

Il Comandante Colonnello Antonio Caputo: tutela del consumatore contro incauti acquisti è fondamentale. fare attenzione ai prezzi troppo bassi e nel dubbio chiamare il 117, sempre a disposizione dei cittadini