Mercoledì 12 Agosto 2020

Cronaca

Sicurezza alimentare, controlli del Nas Pescara, scoperto capannone abusivo di additivi alimentari

04/12/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Sicurezza alimentare, controlli del Nas Pescara, scoperto capannone abusivo di additivi alimentari

I controlli del Nas dei Carabinieri nello stabilimento abusivo nel pescarese ha portato alla scoperta di additivi alimentari non tracciati.

I Carabinieri del NAS di Pescara, nel corso dei normali servizi per la repressione delle frodi in ambito alimentare, hanno indirizzato l’attenzione su di un capannone dai connotati apparentemente “sospetti”. Dagli archivi informatici, non emergeva nessuna corrispondenza tra l’indirizzo in cui insisteva il capannone e la presenza di attività commerciali. A tal punto sono stati sufficienti pochi servizi di appiattamento all’esterno della struttura per dare la convinzione ai Carabinieri che all’interno del capannone si stessero svolgendo attività commerciali abusive. All’atto del controllo infatti i NAS si sono trovati davanti ad uno stabilimento di 1.600 mq adibito abusivamente alla produzione di additivi alimentari (fermenti lattici, lieviti, enzimi, coadiuvanti tecnologici ecc.) privo della prescritta documentazione autorizzativa e, peraltro, mantenuto in precarie condizioni igienico-sanitarie e strutturali; inoltre non erano applicate le previste procedure aziendali di rintracciabilità degli alimenti né era applicato il piano di autocontrollo aziendale basato sui sistemi H.A.C.C.P.. Il titolare del capannone è stato segnalato alla competente Autorità Amministrativa e Sanitaria e 38 tonnellate di materie prime e semilavorati alimentari sono state sottoposte a vincolo sanitario. E’ stata altresì disposta l’immediata sospensione dell’intera attività fino al completo ripristino dei necessari requisiti igienico strutturali e autorizzativi.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Carabinieri

Potrebbero interessarti

Il sindaco di Lanciano lancia un appello" Il virus è ancora in circolazione, dobbiamo evitare che si generi nuovo lockdown" vi invito a rispettare le norme"

“Non avrei mai voluto trovarmi di fronte ad una scelta del genere, ma quando si tratta di tutela della salute pubblica non ci sono altri argomenti che tengano. Come avevo già dichiarato in ripetute occasioni, abbiamo cercato fino alla fine di trovare una soluzione che salvasse la manifestazione tenendola ad un livello di dignità assoluta e tutelasse i nostri spettatori, ma abbiamo dovuto desistere”.

“Della situazione che si è venuta a verificare al Playa Blanco di Fossacesia Marina sono venuto a conoscenza ieri, nel tardo pomeriggio, quando sono stato contattato dalla titolare, Patrizia Spadano

Erano partiti dalla Badia di Sulmona (Aq), i due escursionisti toscani, una coppia di fidanzati di 28 e 32 anni, hanno percorso il Sentiero dello Spirito sul Morrone ed erano diretti a Rocca Caramanico (Pe). Purtroppo però la coppia toscana ha perso l’orientamento e ha imboccato un sentiero sbagliato che li ha portati in quota, nel territorio di Salle (Pe) a 1.900 metri di altezza.