Domenica 19 Gennaio 2020

Cronaca

Scossa di terremoto 4.4,epicentro tra Abruzzo e Lazio, avvertita a Roma L'Aquila Chieti e Pescara

07/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Scossa di terremoto  4.4,epicentro tra Abruzzo e Lazio, avvertita a Roma L'Aquila Chieti e Pescara

Torna a tremare l'Abruzzo ed in particolare l'aquilano,Una scossa di terremoto questa sera alle 18.35 con epicentro a 5 km da Balsorano

Una forte scossa di magnitudo 4.4 è stata registrata dall'Ingv alle 18.35, con epicentro 5 km a sud est di Balsorano, in provincia dell'Aquila, a una profondità di 14 chilometri. Molte perone impaurite si sono riversate in strada. Tante le chiamate ai Vigili del Fuoco ma nulla di allarmante , al momento non si segnalano danni a persone o cose.

La scossa è stata avvertita  a Roma, nel  basso Lazio, Frosinone, Cassino e Sora e in Abruzzo a l'Aquila, Sulmona (L'Aquila), ad Avezzano (L'Aquila) e in altri comuni della Marsica ma anche a Chieti e Pescara. Nel capoluogo abruzzese, dove la scossa è stata avvertita distintamente e dove le persone sono ancora provate da quanto accaduto nel 2009, nel terribile terremoto in cui persero la vita 309 persone e che distrusse la città, è  tanta la preoccupazione e per molti la notte sarà davvero lunga. I vigili del Fuoco si sono subito attivati per le dovute verifiche sul territorio e  per rassicurare anche i cittadini, al momento non sarebbero state riscontrate criticità.

Circa 30 piccole scosse avevano preceduto quella delle 18,35. Domani le scuole di Balsorano resteranno chiuse, l'ordinanza era stata firmata già stamane a causa dello sciame sismico in corso.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La donna è stata vittima di una lunga serie di maltrattamenti, lesioni e persecuzioni vere e proprie da parte dell’uomo durante una convivenza sempre più burrascosa e violenta, tanto da decidere di separarsene nel 2018.

Cresce il malcontento tra i poliziotti penitenziari di stanza al carcere di massima sicurezza di Sulmona per la mancata apertura del reparto deputato al ricovero dei detenuti.

Scivolato in prossimità della Capanna Sevìce, sul monte omonimo del gruppo Sirente Velino, un escursionista residente a Roma di 53 anni è stato soccorso nel pomeriggio di oggi dall’elicottero del 118 di stanza a L’Aquila.

La famiglia rom, che era stata sgomberata a novembre per occupazione abusiva dell'alloggio popolare, stava tentando di riappropriarsi dell'abitazione.