Venerdì 13 Dicembre 2019

Cronaca

Pescara, domani i funerali del finanziere morto in un incidente stradale mercoledi scorso

30/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Pescara, domani i funerali del finanziere morto in un incidente stradale mercoledi scorso

Immenso il dolore per la morte di un rappresentante della Fiamme gialle molto stimato e un uomo che amava e difendeva gli animali con tutte le sue forze

Saranno celebrati domani i funerali di Gianfranco Bellini, il Vice Brigadiere di 54 anni che ha perso la vita mercoledì scorso in un incidente stradale avvenuto sull'asse attrezzato di Pescara.

L'uomo si stava dirigendo al lavoro, nella sede del comando provinciale della Guardia di Finanza, quando ha perso il controllo della sua moto,una Suzuki 600, finendo contro il guardrail. Fatale sarebbe stata la presenza di un bullone che sporgeva dalla barriera stradale e che avrebbe provocato la rottura del casco e il ferimento del finanziere per il quale non c'è stato scampo. Immenso il dolore dei famigliari del 54enne, che lascia tre figli, di amici e colleghi e di tutte le associazioni del territorio legate al mondo degli animali che lo conoscevano e gli volevano bene, il finanziere era un appassionata guardia zoofila, volontario nel canile di Pescara e sempre attento a diffondere buone prassi per il rispetto degli animali. I funerali saranno celebrati alle ore 15:00 di domani 01 dicembre 2019, nella Basilica “Madonna dei sette dolori” di Pescara.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

il colpo è avvenuto questa sera intorno alle 18.30. I banditi, avrebbero anche malmenato la proprietaria facendosi consegnare tutti i gioielli della cassaforte.

Operazione congiunta delle forze dell'ordine. Un plauso arriva dall'assessore comunale con delega alla Polizia Locale Luigi Marcello.

Il Generale di Brigata Gianluigi D’Alfonso, Comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza, nella odierna mattinata ha visitato il Comando Provinciale di Pescara e i Reparti dipendenti.

42 operatori di Polizia Ferroviaria del Compartimento Polfer per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo impiegati, 65 persone identificate, 25 controlli a depositi di materiale ferroso, 5 pattuglie automontate dislocate lungo le tratte ferroviarie nelle zone più sensibili