Lunedì 04 Luglio 2022

Cronaca

Pescara, Carabinieri del Comando Provinciale eseguono 4 arresti

27/04/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Pescara, Carabinieri del Comando Provinciale eseguono 4 arresti

Un 28enne di Pescara trovato in possesso di due kg di droga tra hashish e marijuana mentre un uomo di Montesilvano è stato trovato in possesso di 200 grammi tra eroina e cocaina.

È stato un ponte del 25 Aprile di duro contrasto ai reati di ogni genere da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Pescara  con l'esecuzione di 4 arresti, di cui due per droga.

Nel corso di un controllo stradale, i Militari del Nucleo Operativo Radiomobile di Penne hanno fermato un giovane residente a Pescara, il cui atteggiamento sospetto ha indotto i carabinieri ad estendere la perquisizione anche in alcuni locali in uso all'uomo. Nel corso della perquisizione in un box auto e presso l’abitazione di Pescara sono stati rinvenuti circa 1 Kg di Marijuana ed 1 Kg di hashish, oltre tutto il materiale per il confezionamento: bilancia di precisione, buste di cellophane, macchina per il sottovuoto e relative buste. Il giovane, 28enne, è stato arrestato per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, misura convalidata con la successiva applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza con divieto di allontanarsi dalla propria abitazione nelle ore notturne.

A Montesilvano una pattuglia dei carabinieri allertata dalla Centrale Operativa di Pescara, è intervenuta su richiesta di una donna cui era stata appena trafugata la borsa, contenente effetti personali, documenti identificativi e Carta di Credito, lasciata incustodita sull’autovettura. Contemporaneamente all'arrivo dei militari sul cellulare della donna stavano arrivando messaggi SMS che la avvisavano che erano in atto dei prelievi fraudolenti da uno sportello ATM delle Poste di Montesilvano. Immediatamente l’equipaggio si è diretto nel luogo indicato. Qui i carabinieri sono riusciti ad intercettare e bloccare il malfattore che tentava di dileguarsi. Nel corso della perquisizione è stata recuperata la somma oggetto del prelievo fraudolento mentre l’esame dei filmati della videosorveglianza ha accertato che il soggetto fermato era quello che aveva effettuato l’operazione illecita. L’uomo, percettore del reddito di cittadinanza la cui erogazione è stata ovviamente revocata, è stato perciò arrestato. La misura precautelare è stata quindi convalidata con applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Ancora i militari della Compagnia Carabinieri di Montesilvano unitamente a quelli del Nucleo Cinofili di Chieti, nell’ambito di un’operazione di polizia giudiziaria, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nei confronti di un cittadino montesilvanese nel corso di cui il fiuto del cane AARON ha scovato 75 grammi di cocaina. Il prosieguo delle operazioni di perquisizione ha permesso di rinvenire ulteriori 130 gr di eroina, nonché materiali vari per il confezionamento delle sostanze. Il tutto ovviamente è stato sottoposto a sequestro. L’autorità giudiziaria, ha convalidato l’arresto ed ha applicato la misura cautelare della custodia cautelare in carcere. Infine i militari della Stazione Carabinieri di Loreto Aprutino, in esecuzione di un provvedimento emesso dall’Ufficio del GIP del Tribunale di Pescara, hanno tratto in arresto un cittadino di Moscufo già sottoposto agli arresti domiciliari a seguito di una rapina commessa nel 2021. Il provvedimento scaturisce delle accertate trasgressioni alle prescrizioni poste in essere dal soggetto.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Carabinieri droga

Potrebbero interessarti

Tantissimi gli attestati di cordoglio da parte del mondo culturale frentano e di quanti hanno avuto l'onore di conoscerlo e condividere con lui un percorso lavorativo e di studio.

L'Arma dei carabinieri si dimostra ancora una volta sensibile alle problematiche della cittadinanza e pronta a tendere una mano alle persone in difficoltà.

È successo venerdì mattina, intorno alle ore 10. Un uomo, disteso accanto alla sua auto, ha provato a tagliarsi le vene con un taglierino. Provvidenziale l’intervento delle Guardie Giurate Sicuritalia Ivri.

Secondo quanto emerso dalle indagini, eseguite dai Carabinieri e coordinate dalla Procura, l'arrestato avrebbe erogato alla vittima prestiti con tassi di interesse dal 100% al 400 % annuo.