Sabato 21 Maggio 2022

Cronaca

Paglieta, maltratta la moglie già gravemente malata, allontanamento dalla casa familiare per un 66enne

16/01/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Paglieta, maltratta la moglie già gravemente malata, allontanamento dalla casa familiare per un 66enne

Secondo le indagini dei carabinieri, la donna, già fortemente provata da una malattia invalidante, da due anni era costretta a subire le violenze fisiche e psicologiche da parte del marito.

I carabinieri della Stazione di Paglieta hanno eseguito stamane un’ Ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal G.I.P del Tribunale di Lanciano a firma del Dr. Massimo Canosa, che dispone l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima, con divieto assoluto di comunicare con la stessa, nei confronti di un 66enne originario della Puglia, ma residente a Paglieta, che dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie anche lei 66enne.

La coppia era sposata da pochi anni, lui vedovo, lei divorziata, all’inizio tutto sembrava andare per il meglio ma  quando l’uomo ha perso il lavoro, sono avvenute le prime difficoltà e i primi problemi nella coppia. Infatti, nonostante le sopraggiunte ristrettezze economiche, secondo quanto emerso,  l’uomo avrebbe continuato ad avere e a pretendere un tenore di vita superiore alle possibilità economiche sue e della compagna di vita, tanto che anche i pochi risparmi della moglie sarebbero stati  prosciugati in poco tempo.

La donna, con problemi di salute in quanto colpita da una grave malattia invalidante, per circa due anni avrebbe subito il comportamento violento e prevaricatore dell’uomo dal quale, sembra che venisse picchiata, pesantemente denigrata, umiliata, offesa e minacciata di morte, tant’è che la donna poter dormire tranquilla la notte, tale era la paura e l’ansia, si chiudeva a chiave in un’altra camera da letto. Comportamenti violenti, spiegano i Carabinieri, che progressivamente con il passare del tempo si sono accentuati, facendo insorgere nella persona offesa una condizione di abbattimento psicologico e prostrazione che ne hanno minato l’equilibrio psicofisico.

Una situazione intollerabile che ha portato la donna a cedere psicologicamente e disperata a rivolgersi ai carabinieri di Paglieta che immediatamente hanno attivato la procedura del “Codice rosso” introdotta con la Legge n. 69 del 2019 informando la Procura della Repubblica di Lanciano che con altrettanto celerità, visti i gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato contestato, ha richiesto ed ottenuto dal GIP del Tribunale di Lanciano una misura cautelare a tutela della vittima.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Paglieta Carabinieri

Potrebbero interessarti

Affidamenti diretti senza procedure comparative, liquidazioni con abuso di risorse finanziarie destinate all’ammodernamento tecnologico e persino autopagamenti.

Un’automobile parcheggiata in discesa, si mette improvvisamente in marcia e finisce la sua corsa nell’area esterna di un asilo dove in quel momento stava giocando un gruppo di bimbi travolgendoli

Peste suina alle porte della regione. Mette in guardia la Cia Agricoltori-Italiani Abruzzo sul rischio che il contagio possa estendersi nei suini da allevamento e nei cinghiali anche in Abruzzo, vista la situazione epidemiologica nel vicino Lazio.

Un’automobile parcheggiata in discesa, si mette improvvisamente in marcia e finisce la sua corsa nell’area esterna di un asilo dove in quel momento stava giocando un gruppo di bimbi travolgendoli.