Marted 22 Giugno 2021

Cronaca

La Polizia di Stato di Pescara interviene per una lite in Corso Vittorio Emanuele, denunciato un gambiano

09/06/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
La Polizia di Stato di Pescara interviene per una lite in Corso Vittorio Emanuele, denunciato un gambiano

L'extracomunitario ha opposto anche resistenza agli agenti che lo hanno trovato in possesso di droga

Nel pomeriggio di ieri, la Squadra Volante della Polizia di Stato di Pescara è intervenuta in Corso Vittorio Emanuele per una lite in strada tra due soggetti extracomunitari che discutevano e si spintonavano reciprocamente. La lite avvenuta tra un cittadino gambiano, C.Y. 21enne e un cittadino nigeriano, E.A. 36enne, che si erano scambiati insulti e parole ingiuriose, si sarebbe accesa a tal punto che C.Y ha preso un coltello dal tavolo all’aperto di un ristorante e lo ha brandito minacciosamente.

Gli agenti, giunti immediatamente sul posto, si sono fatti consegnare il coltello ed hanno identificato i due litiganti, sottoponendoli a perquisizione, rinvenendo addosso a C.Y., all’interno dello slip, un portamonete contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana, divisa in 10 dosi, del peso complessivo di 16 grammi. L’altro extracomunitario, E. A., è risultato non in regola con il permesso di soggiorno e, pertanto, è stato invitato a presentarsi presso l’Ufficio Immigrazione. Nel procedere all’accompagnamento per l’identificazione e la redazione degli atti, C.Y. ha opposto resistenza scagliandosi contro uno dei poliziotti che ha riportato una contusione della spalla e del gomito destro con prognosi di 7 giorni. Per tale ragione il 21enne è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, resistenza a P.U. e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

La Asl Lanciano Vasto Chieti mette a disposizione 12mila vaccini da inoculare entro il 1 luglio

Prevede un'intensa e capillare attività da parte della Guardia Costiera di Pescara con l'impiego di 54, tra uomini e donne, 12 unità navali e 13 mezzi a terra, con l'obiettivo di diffondere la cultura della responsabilità e della prevenzione in mare.

Saranno somministrate 210 dosi di vaccino ai cittadini già prenotati e residenti anche nei Comuni limitrofi di Rocca San Giovanni, Mozzagrogna e Santa Maria Imbaro