Mercoledì 23 Ottobre 2019

Cronaca

La Polizia di Stato arresta pregiudicato pescarese. Deve scontare 14 anni di carcere.

19/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
La Polizia di Stato arresta pregiudicato pescarese. Deve scontare 14 anni di carcere.

Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato ha tratto in arresto S.G, 46 anni, di Pescara, destinatario di ordine di carcerazione, dovendo scontare 14 anni e 4 mesi di reclusione.

La Procura della Repubblica di Pescara, nel citato provvedimento, ha dato esecuzione a diverse sentenze di condanna divenute definitive, che lo hanno ritenuto colpevole di maltrattamenti in famiglia, lesioni, violazioni alla normativa sugli stupefacenti e violenza sessuale aggravata. Solo per quest’ultimo reato, commesso nel 2012, l’uomo era stato condannato dal Tribunale di Pescara, nell’ottobre del 2018, ad 8 anni di reclusione, nonché alla interdizione perpetua dai pubblici uffici. Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Pescara, hanno fatto luce su una violenza sessuale ai danni di una minorenne di cui S.G. si era reso responsabile. L’uomo, è stato rintracciato nella giornata di ieri presso la sua abitazione nel quartiere “rancitelli” dagli agenti della Squadra Mobile, si trova ora ristretto presso il carcere di San Donato.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Sono ripresi gli interventi di sistemazione e riasfaltatura di alcuni tratti della viabilità comunale di Atessa. “È da tanti anni – dice il sindaco, Giulio Borrelli - che queste strade non venivano sottoposte a manutenzioni straordinarie e a rifacimenti”.

E’ balzata sulle cronache nazionali la vicenda terribile avvenuta nell’ottobre del 2016 ad Avezzano ad una assistente socio sanitaria di San Benedetto dei Marsi, Gina Stella Cerasani, che sotto la minaccia di un coltello venne picchiata, seviziata, violentata e ferita gravemente al collo, e si finse morta per salvarsi.

In prossimità del bivio tra contrada Piantonata e la zona denominata Patongo, la Unareti, società concessionaria delle reti gas per conto del Comune di Fossacesia, procederà, a conclusione degli interventi, al rifacimento dell’asfalto sull’ intera carreggiata interessata ai lavori.

È stata identificata, grazie alla testimonianza di un passante, la persona che a bordo della sua auto, la mattina del 15 ottobre, ha investito in via Roma a Vasto una mamma con la figlia in braccio mentre attraversavano la strada sulle strisce pedonali, l’uomo non si era fermato a prestare soccorso dandosi subito alla fuga.