Venerdì 19 Luglio 2024

Cronaca

La Polizia di Stato arresta pregiudicato pescarese. Deve scontare 14 anni di carcere.

19/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
La Polizia di Stato arresta pregiudicato pescarese. Deve scontare 14 anni di carcere.

Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato ha tratto in arresto S.G, 46 anni, di Pescara, destinatario di ordine di carcerazione, dovendo scontare 14 anni e 4 mesi di reclusione.

La Procura della Repubblica di Pescara, nel citato provvedimento, ha dato esecuzione a diverse sentenze di condanna divenute definitive, che lo hanno ritenuto colpevole di maltrattamenti in famiglia, lesioni, violazioni alla normativa sugli stupefacenti e violenza sessuale aggravata. Solo per quest’ultimo reato, commesso nel 2012, l’uomo era stato condannato dal Tribunale di Pescara, nell’ottobre del 2018, ad 8 anni di reclusione, nonché alla interdizione perpetua dai pubblici uffici. Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Pescara, hanno fatto luce su una violenza sessuale ai danni di una minorenne di cui S.G. si era reso responsabile. L’uomo, è stato rintracciato nella giornata di ieri presso la sua abitazione nel quartiere “rancitelli” dagli agenti della Squadra Mobile, si trova ora ristretto presso il carcere di San Donato.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.

Nuova udienza questa mattina in Corte d'Assise a Chieti, l'ultima prima della pausa estiva, per il processo per l'agguato sulla Strada Parco a Pescara del primo agosto del 2022 in cui venne ucciso l'architetto Walter Albi e rimase gravemente ferito l'ex calciatore Luca Cavallito.

Una lettera per documentare, anche con grafici e dati precisi, la condizione attuale in merito alla disponibilità della risorsa. E’ una vera e propria emergenza idrica per 49 comuni della provincia di Chieti alle prese con una programmazione di interruzioni della fornitura che non si verificava da anni.