Marted 22 Giugno 2021

Cronaca

Incendio boschivo a Fara Filiorum Petri, i Carabinieri Forestale individuano presunto responsabile

09/06/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Incendio boschivo a Fara Filiorum Petri, i Carabinieri Forestale individuano presunto responsabile

I Carabinieri Forestale indagano per incendio colposo il capocantiere di una impresa che si stava occupando dei lavori sul viadotto.

E’ stato di origine colposa l’incendio boschivo sviluppatosi nel pomeriggio del 18 maggio scorso in località "Colle Pidocchioso" del comune di Fara Filiorum Petri. Il fuoco è partito dalla scintilla di una saldatrice incautamente utilizzata dalle maestranze di un cantiere stradale posto sul viadotto della s.s. 81 al km 158+300.

Ad accertarlo i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Fara Filiorum Petri che, dopo una attenta attività di indagine, hanno deferito alla Procura della Repubblica di Chieti il capocantiere per incendio boschivo colposo. All’indagato si contesta il non aver adottato i sistemi di sicurezza atti a prevenire il pericolo di incendio e rischia, ai sensi dell’art. 423 bis co 2 del Codice Penale, la reclusione da uno a cinque anni.

Dalla stima effettuata dai militari, l'area percorsa da incendio, spento con l'ausilio dei vv.ff. di Chieti e di un elicottero dei vv.ff. di Pescara, ha interessato una superficie di circa un ettaro costituita prevalentemente da macchia mediterranea.

“La diffusione di scintille sulla vegetazione seccaginosa in area di cantiere, come nel caso in questione, ma in generale una scarsa attenzione prestata in attività eseguite sul territorio rappresentano spesso la causa di incendi colposi. - sottolinea il comandante dei Carabinieri Forestale Ten. Col. Tiziana Altea - Soprattutto con l’avvio della stagione estiva non è scontato ricordare come sia importante innalzare la soglia di attenzione anche nei comportamenti quotidiani di ciascuno; a volte una dimenticanza o una leggerezza possono determinare danni irreversibili all’ambiente che abbiamo il dovere morale di tutelare”. 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il bilancio dei pazienti deceduti non registra alcun nuovo caso, un nuovo ingresso in terapia intensiva

La Asl Lanciano Vasto Chieti mette a disposizione 12mila vaccini da inoculare entro il 1 luglio

Prevede un'intensa e capillare attività da parte della Guardia Costiera di Pescara con l'impiego di 54, tra uomini e donne, 12 unità navali e 13 mezzi a terra, con l'obiettivo di diffondere la cultura della responsabilità e della prevenzione in mare.