Domenica 03 Marzo 2024

Cronaca

Giovane arrestato a Rosciano: resistenza a Pubblico Ufficiale, oltraggio e guida senza patente

12/02/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Giovane arrestato a Rosciano: resistenza a Pubblico Ufficiale, oltraggio e guida senza patente

Durante le operazioni di controllo, il giovane ha mostrato noncuranza e spregiudicatezza, armeggiando con uno spinello all'interno dell'auto e accendendolo di fronte ai militari.

Nel pomeriggio di sabato 10 febbraio 2024, i Carabinieri del Comando Stazione di Rosciano hanno arrestato in flagranza di reato un ragazzo di 19 anni, residente a Manoppello. L'accusa riguarda i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, oltraggio a Pubblico Ufficiale e guida senza patente.

L'intervento dei Carabinieri è stato richiesto da una donna residente a Rosciano, preoccupata per minacce ricevute da parte del fidanzato minorenne di sua figlia. Quest'ultimo aveva annunciato di presentarsi presso l'abitazione della donna per portare via la fidanzata, ignorando la sua contrarietà al rapporto sentimentale tra i due giovani.

I militari di Rosciano, insieme alle Stazioni di Alanno e Catignano, hanno intercettato il giovane nei pressi dell'abitazione della donna. Durante il controllo, è emerso che il ragazzo, pur non avendo mai conseguito la patente di guida, si era messo alla guida di un'autovettura.

Durante le operazioni di controllo, il giovane ha mostrato noncuranza e spregiudicatezza, armeggiando con uno spinello all'interno dell'auto e accendendolo di fronte ai militari. Ha successivamente iniziato a provocare e minacciare i Carabinieri nel tentativo di sottrarsi al controllo.

L'arrestato è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo che si terrà nella giornata odierna. Nel contesto delle attività, è stato elevato anche il fermo amministrativo del veicolo, oltre a una sanzione pecuniaria di 5.100 euro per la violazione della norma del Codice della Strada.

Le indagini proseguiranno per accertare eventuali ulteriori violazioni e disarticolare la catena di eventi legati a questo caso.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La squadra Mobile della Questura di Teramo ha eseguito otto misure cautelari in carcere e perquisizioni in diverse località, comprese le case circondariali di Teramo, Viterbo, Pescara e Roma Rebibbia. I reati contestati sono spaccio di sostanze stupefacenti e accesso indebito a dispositivi di comunicazione da parte di detenuti.

"Ditemi cosa devo fare". Sono le parole pronunciate ai poliziotti, subito prima di aprire la porta e lasciarli entrare in casa, dal 23enne di Pescara che per 44 ore è rimasto sul parapetto del suo balcone, al quinto piano di un palazzo del centro della città, minacciando il suicidio.

La Sasi comunica che a seguito di segnalazione di controlli interni riconducibili a situazioni di disagio per gli utenti nelle ore di maggior consumo della risorsa idrica, si necessita, oltre alle interruzioni settimanali già programmate e comunicate, di un intervento di interruzione della fornitura non differibile

Con l’avviso di conclusione delle indagini preliminari i finanzieri della Compagnia di Avezzano hanno portato a termine un articolato controllo antiriciclaggio e di polizia economico-finanziaria nei confronti di un’attività “compro oro” presente nel territorio marsicano.