Lunedì 15 Luglio 2024

Cronaca

Coronavirus, tatuaggi e beneficenza in Abruzzo

03/04/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, tatuaggi e beneficenza in Abruzzo

I tatuatori abruzzesi non si tirano indietro e in piena emergenza Covid-19 fanno partire una corsa alla beneficenza mettendo all’asta le proprie opere d’arte.

Dal 4 aprile alle 10 al 5 aprile alle 15 per un totale di 29 ore i tatuatori che hanno aderito e che aderiranno all’iniziativa metteranno all’asta sulle proprie pagine Instagram i loro dipinti, disegni e stampe e il ricavato andrà direttamente agli ospedali abruzzesi e alla protezione civile “Val Pescara”. Sono più di 50 gli artisti che stanno partecipando, non solo dall’ Abruzzo ma anche da tutta Italia e si registra la partecipazione di diversi artisti brasiliani. Per partecipare come artista o come compratore basta seguire l’hastag #tatuatoriperlabruzzo sul social network Instagram e vedere tutte le opere messe all’asta, partendo da una basa di 50 € e a seguire rilanci di 10 € sotto l’opera scelta. Per completa trasparenza il compratore farà pagamento direttamente sull’ iban della regione Abruzzo o su quello della protezione civile e invierà ricevuta all’ artista che provvederà, finita l’emergenza, a inviare l’ opera.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Bussi, scomparsa sindaco La Gatta, il cordoglio dei parlamentari abruzzesi FdL

Gli agenti della squadra volante lo hanno fermato per un controllo di routine ha scoperto che l’uomo aveva numerose denunce a carico.

La conoscenza con la vittima era nata sui social. L’uomo è ai domiciliari.

Le indagini, dirette dalla Procura della Repubblica di Pescara e condotte dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Penne, hanno permesso di raccogliere gravi elementi indiziari sul coinvolgimento dei due giovani in truffe perpetrate ai danni di anziani residenti nella provincia di Pescara, in particolare in episodi avvenuti nel comune di Penne lo scorso settembre