Lunedì 10 Agosto 2020

Cronaca

Coronavirus, l'azienda Mario De Cecco annuncia l’avvio della produzione di mascherine nello stabilimento di Sambuceto

02/04/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, l'azienda Mario De Cecco annuncia l’avvio della produzione di mascherine nello stabilimento di Sambuceto

Il primo lotto di 5 mila sarà destinato al comune di San Giovanni Teatino

La Mario De Cecco Spa comunica di aver destinato una parte della produzione dello stabilimento di San Giovanni Teatino alla realizzazione di mascherine. “Dopo aver donato le scorte di 9.000 mascherine FFP2 consegnate nelle scorse settimane alle Asl di Chieti e di Pescara e alla Federazione italiana di medicina generale di Chieti – spiegano i fratelli Giampiero e Paolo De Cecco – abbiamo deciso di avviare la produzione in proprio e rispondere così alle richieste dei nostri principali clienti italiani e stranieri. Il primo lotto di 5.000 pezzi sarà messo a disposizione del comune di San Giovanni Teatino e dei nostri concittadini”. Queste mascherine – precisa l’azienda – non sono FFP2 o FFP3 ma consentiranno di soddisfare le esigenze di una fascia più ampia della popolazione e di lavoratori che non necessita di mascherine DPI o di Dispositivi medici chirurgici ai sensi dell’art. 16 comma 2 del D. Lgs. 18/2020, come forze dell’ordine, addetti di uffici aperti al pubblico o addetti alla vendita di alimenti. Come noto, la trasmissione del virus avviene tramite le droplets salivari normalmente espulse mediante la respirazione e la comunicazione verbale, lo scopo di questo dispositivo è di impedirne la diffusione nell’aria. Per la produzione saranno utilizzati tre strati di materiali biocompatibili di primissima qualità, idrofobici (ossia che impediscono il deposito delle goccioline), testati per essere lavati o sanificati in forno, in entrambi i casi a 60 °C. Nella fase iniziale l’azienda produrrà 2500 mascherine al giorno. Mario De Cecco Spa, nata nel 1964, è una delle più importanti aziende italiane nel comparto della produzione di abbigliamento da lavoro, militare, promozionale e nella distribuzione di dispositivi di protezione individuale. Negli anni ha consolidato la sua posizione nel mercato, diventando fornitore leader per aziende dell’automotive (come FCA, Maserati, Ferrari, Bosch, Magneti Marelli, Rhiag, Michelin, Pirelli, Goodyear, Bridgestone, Honda), dei settori Oil&Gas ed energia (come Saipem, Arabian Drilling, General Electric Company, Snam, Eni Oil), e di numerose grandi industrie produttive e distributive (come Leonardo, ArcelorMittal, Danieli, Luxottica,Whirpool, Grimaldi, Poste Italiane, Gls, Sda, Conad, Coop, Leroy Merlin, Metro,etc…) Oltre alla sede di San Giovanni Teatino, Mario De Cecco conta su stabilimenti in proprietà in Tunisia e in Arabia Saudita, e in joint-venture in Bangladesh, Pakistan e Cina, oltre uffici a Singapore e Abu Dhabi, per una produzione che raggiunge circa 9000 capi al giorno.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Nascondeva in un pacchetto di sigarette cocaina. Nella sua abitazioni trovata altra droga ed un bilancino di precisione.

lo rende noto la Asl di Teramo che ha deciso di sottoporre a tampone, nella giornata di domani, tutti i dipendenti dello stabilimento di Controguerra ed annuncia di aver già messo in atto tutte le procedure di isolamento e controllo delle persone risultate positive al Covid.

Alla donna è stato riconosciuto un ruolo determinante in seno all'organizzazione dedita al trasporto e allo spaccio di cocaina ed una pericolosità sociale.

Tra loro 7 minorenni tra i 15 e i 17 anni, tutti asintomatici, Lo conferma la Asl di Teramo