Sabato 04 Luglio 2020

Cronaca

Chieti scalo, auto si schianta contro la vetrina di un centro estetico in via Pescara

04/02/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Chieti scalo, auto si schianta contro la vetrina di un centro estetico in via Pescara

Foto di Carlo Di Primio

Il giovane alla guida sarebbe andato via prima dell’arrivo dei carabinieri

Incidente stradale la notte scorsa intorno alle 3,30 a Chieti scalo. Un giovane alla guida di una BMW, forse a causa dell’alta velocità, ha perso il controllo del mezzo sbandando e finendo la sua corsa contro il muro di un palazzo, al civico 201 di via Pescara, distruggendo la vetrina di un centro estetico. Sembra che il giovane non sia rimasto ferito e che , secondo il racconto dei residenti , sembra che abbia preso i documenti dal mezzo e sia andato via prima dell’arrivo dei carabinieri. I militari sono giunti sul posto subito dopo per verificare quanto accaduto e non avrebbero avuto modo di parlare con il proprietario della BMW. Grande lo spavento dei residenti del palazzo che hanno sentito un forte boato che li ha svegliati. In giornata è stato necessario un sopralluogo di alcuni ingegneri per verificare se l’impatto abbia potuto creare problemi di stabilitá al palazzo. Gli abitanti chiedono da tempo che vengano istallati dei rallentatori in questo tratto stradale che è molto trafficato e che invoglia alla velocità elevata.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Chieti

Potrebbero interessarti

I due sarebbero i responsabili di due rapine con aggressione proprio per rubare il costoso orologio dai polsi di un uomo e di donna. Uno dei malviventi risiedeva a Francavilla al mare. Dopo una complessa attività di indagine sono stati individuati e arrestati.

Una sfida a colpi di bellezza in termini di decoro urbano, tra balconi fioriti, spazi pubblici abbelliti con decorazioni floreali e vetrine impreziosite da piante e fiori. Valorizzare, colorare, rendere ancora più bella Lanciano sono tra gli obiettivi della prima edizione di “Rifiorisce Lanciano – Città dell'Accoglienza”, un concorso che intende premiare gli interventi che contribuiranno a diffondere l’immagine di una comunità accogliente, aperta, colorata.

Tragedia sfiorata ieri per un operaio della Sevel di ritorno dal turno del pomeriggio.

Immediata è scattata la perquisizione all’interno dell’abitazione, dove sul balcone i Carabinieri hanno rinvenuto 5 piante di marijuana di oltre 1 metro.