Domenica 14 Aprile 2024

Cronaca

Carne di agnello venduta online senza indicazioni obbligatorie, sanzionato distributore di carni

29/03/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Carne di agnello venduta online senza indicazioni obbligatorie, sanzionato distributore di carni

foto archivio

I militari del N.I.P.A.A.F. hanno rinvenuto in vendita, sul sito aziendale, confezioni sotto vuoto di agnello, con indicazioni che enfatizzavano esclusivamente la MACELLAZIONE LOCALE, senza riportare l’origine dell’ovino, in questo caso l'Ungheria.

Militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale Gruppo Carabinieri Forestale di Chieti, nell’ambito di una mirata campagna di controllo sulla vendita a distanza (on-line) della carne di agnello in vista del periodo pasquale, hanno elevato una sanzione amministrativa, per un importo di € 4.000,00, nei confronti di un centro di distribuzione carni operante in provincia di Chieti.

I militari hanno rinvenuto in vendita, sul sito aziendale, confezioni sotto vuoto di agnello, con indicazioni che enfatizzavano esclusivamente la MACELLAZIONE LOCALE, senza riportare l’origine dell’ovino, ai sensi del combinato disposto degli artt. 9 comma 1 lett i) e 14 del Reg. UE 1169/2011 e dell’art. 5 del Reg. di esecuzione UE n.1337/2013.

Poichè ad una lavorazione presso una azienda abruzzese non necessariamente corrisponde l’origine nazionale dell’agnello, come potrebbe intendere il consumatore, i militari si sono immediatamente recati in ditta al fine di verificare la provenienza della carne. Esaminata la documentazione sulla tracciabilità alimentare, il Nucleo Investigativo ha accertato l’origine UNGHERIA dell’agnello oggetto di vendita online.

In base al Regolamento di esecuzione UE n. 1337/2013, per la specie ovina e caprina è obbligatorio indicare il nome dello Stato membro o del paese terzo in cui si è svolto l’ultimo periodo di allevamento di almeno sei mesi, o, nel caso in cui l’animale abbattuto sia di età inferiore a sei mesi, dello Stato membro o del paese terzo in cui ha avuto luogo l’intero periodo di allevamento.

Si ricorda che, in caso di vendita a distanza, le informazioni relative all’origine dell’alimento ed alle altre indicazioni obbligatorie, devono essere disponibili prima della conclusione dell’acquisto, al fine di consentire una scelta consapevole del consumatore.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Pescara Francesco Marino, che ha anche stabilito il divieto assoluto di contatti di qualsiasi genere della docente con la ragazza.

Questa mattina, alle 5:00 circa, una squadra dei Vigili del Fuoco del Comando Pescara è intervenuta per un incendio di un'auto in Via Caravaggio, numero 299, nel comune di Montesilvano

L'auto sulla quale viaggiavano le vittime ha prima tamponato un veicolo e poi è andata a schiantarsi contro uno spigolo della galleria.

Le autorità dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova hanno deferito alla Procura della Repubblica di Teramo il proprietario di un terreno situato a Roseto degli Abruzzi, per presunta gestione illecita di rifiuti, realizzazione di una discarica non autorizzata e deposito incontrollato di rifiuti.