Domenica 29 Gennaio 2023

Cronaca

Bimbo ucraino con diabete fugge dalla guerra, in cura nell’ospedale di Chieti

01/04/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Bimbo ucraino con diabete fugge dalla guerra, in cura nell’ospedale di Chieti

Il bimbo preso in carico dal servizio regionale di Diabetologia pediatrica dell’ospedale di Chieti, di cui è responsabile Stefano Tumini.

Un bambino ucraino con diabete di tipo 1, recentemente giunto in Abruzzo per la drammatica situazione nel suo Paese, è stato preso in carico dal servizio regionale di Diabetologia pediatrica dell’ospedale di Chieti, di cui è responsabile Stefano Tumini. Il piccolo effettua terapia insulinica basale - solo secondo i più moderni schemi utilizzando insulina lenta di ultima generazione. È inoltre fornito di sensore glicemico con il quale monitorizza costantemente i propri livelli di glucosio interstiziale. La dose di insulina viene adeguata secondo un algoritmo flessibile utilizzando il rapporto insulina/carboidrati e il fattore di sensibilità insulinica. Unico neo la necessità di cambiare app sullo smartphone per il calcolo dei carboidrati in quanto molti piatti italiani (specialmente pizza e pasta) di cui il bambino sembrerebbe “appassionato” non sono sempre presenti nelle app ucraine. «Di fronte a una così elevata capacità di autogestione - afferma Tumini - ci si rende conto ancora di più dell’assurdità della guerra che compromette la possibilità di potersi curare al meglio e in serenità anche se si è bambini».

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Collecorvino (PE), la scorsa settimana hanno proceduto al sequestro di un terreno ubicato a Elice (PE) e denunciato un sessantenne del posto per gestione illecita di rifiuti.

Il 27 gennaio, Giorno della Memoria, ricorda le vittime della Shoah e le persecuzioni razziali

Consegna delle medaglie d'onore ai familiari in segno di riconoscimento morale e monito per le future generazioni

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia di Chieti hanno arrestato, nel pomeriggio di ieri, un giovane trentaduenne, residente nel vastese, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, porto abusivo di armi e per guida con patente mai conseguita.