Sabato 07 Dicembre 2019

Vasto, Quartiere Villaggio Siv e annosi problemi, Fratelli d’Italia presenta una interrogazione

29/05/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

Una interrogazione comunale sulle problematiche del Villaggio Siv, il quartiere a sud di Vasto a confine con San Salvo. L’hanno presentata i Consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, Vincenzo Suriani e Francesco Prospero.

“Appare, a ben vedere il campo da calcio posto nell’area retrostante il quartiere - si legge nel testo della interrogazione - che questo non venga manutenuto da anni, tanto che alcune porzioni di rete sono divelte, così come alcuni dei pali che la reggono, a causa della caduta di alcuni alberi; è altresì inutilizzabile per le condizioni del manto bituminoso che non permette il gioco; più volte i residenti del Villaggio Siv hanno chiesto, per il tramite dell’omonimo circolo socio-culturale, lo spostamento della pensilina sul lato destro andando da nord a sud, posizionandola nella zona rettilineo per consentire un attraversamento in sicurezza dei pedoni; l’immobile che ospita la Chiesa presenta, al suo interno, crepe e danneggiamenti dovuti dal movimento della palazzina stessa e questa situazione preoccupa i residenti; sul terreno comunale opposto all’ingresso del Villaggio Siv si trovano vecchie cabine, con la probabile presenza di eternit nelle strutture, in via di sgretolamento, che preoccupa non poco i residenti per ciò che attiene la salute. Considerato questo - chiude il documento dei Consiglieri comunali di Fratelli d’Italia - si interrogano il Sindaco e l’Amministrazione comunale per sapere se intendano dare corso agli interventi di sistemazione del campo di calcio del quartiere in questione; di spostamento della pensilina; di verifica e sistemazione della chiesa del quartiere; di bonifica dell’area con possibile presenza di eternit, ed in quali tempi”.

“È necessario - hanno detto Suriani e Prospero - che l’esecutivo cittadino si attivi subito per risolvere le problematiche segnalate poiché i residenti del Villaggio Siv sono cittadini e contribuenti vastesi, e come tali devono essere considerati dalla politica vastese”.

 

CONDIVIDI: