Domenica 08 Dicembre 2019

PICCOLA GRANDE ITALIA, IL RILANCIO DEI PICCOLI COMUNI CON LA LEGGE “SALVA BORGHI”

14/12/2017 - Redazione AbruzzoinVideo

Venerdì 15 dicembre Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Camera dei Deputati e primo firmatario della legge, ne discute in Camera di Commercio a Chieti con i Sindaci abruzzesi.

Piccoli comuni, territori e comunità tornano al centro delle politiche di sviluppo in Italia e merito è della legge “salva borghi”, pubblicata lo scorso 2 novembre sulla Gazzetta Ufficiale e che grandi aspettative sta generando tra sindaci e cittadini lungo tutto lo stivale.

 

Quali vantaggi possono avere i piccoli comuni dall’attuazione della legge? Può essere uno strumento per la salvaguardia del territorio per evitare lo spopolamento e generare nuove occasioni di impresa ed occupazione? A queste domande punta a dare risposta il convegno dal titolo  “Piccola Grande Italia, La legge per la tutela e la valorizzazione dei Piccoli Comuni”, organizzato dalla Camera di Commercio di Chieti per venerdì 15 dicembre, dalle 15.00 alle 18.00, nella sala Cascella in Piazza Vico 3 a Chieti del palazzo storico dell’Ente camerale. 

 

Ospite d’eccezione del convegno è Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Camera dei Deputati e primo firmatario della legge, provvedimento che ha avuto una lunga storia parlamentare e che solo ora, dopo 3 legislature, ha trovato la sua definitiva approvazione.

 

Assieme a Realacci del tema ne discuteranno Roberto Di Vincenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti, Umberto Di Primio Sindaco di Chieti e Vice Presidente ANCI, Sabrina Ciancone Sindaco di Fontecchio (AQ), Ileana Schipani Sindaco di Scontrone (AQ), Angelo Radica Sindaco di Tollo (CH), Tiziano Teti Presidente GAL Maiella Verde, Luciano Lapenna Presidente ANCI Abruzzo.

 

I Piccoli Comuni italiani rappresentano il 70,2% del totale nazionale: sono 5.683 i comuni con popolazione residente inferiore a 5.000 abitanti. L’Abruzzo ne conta 253, pari all’83% dei 305 comuni abruzzesi. La popolazione residente in questi territori è di di 376.143, pari al 30% della popolazione abruzzese.

 

I punti salienti della legge sui piccoli comuni: diffusione della banda larga e misure di sostegno per l'artigianato digitale, ma anche semplificazione per il recupero dei centri storici in abbandono o a rischio spopolamento anche per la loro conversione in alberghi diffusi, con un connubio di tecnologia e green economy: sono questi alcuni dei punti di forza della legge per il sostegno dei comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti e dei territori montani e rurali.

CONDIVIDI: