Domenica 21 Aprile 2024

Mille banchetti per dire “Italia, coraggio!” Mobilitazione anche a Pescara

03/12/2015 - Redazione AbruzzoinVideo

Il segretario nazionale Matteo Renzi ha chiesto a tutti gli iscritti, ai sindaci, ai consiglieri comunali e regionali e ai parlamentari di dedicarsi per un weekend alla nobile arte del banchetto in piazza. 

 
In un momento in cui paura e ansia potrebbero spingersi a rinchiudersi, questa è un’occasione per reagire con determinazione portando nella piazze italiane volontari, iscritti ed elettori del Partito Democratico: un intero weekend per far conoscere ai cittadini le azioni che il governo sta mettendo in campo per far ripartire il paese e per confrontarsi con i cittadini su ciò che c’è ancora da fare. 
Anche il Partito Democratico della Provincia di Pescara aderisce in questa occasione alla mobilitazione invocata dal segretario nazionale.
“I circoli di Pescara e della Provincia si mobiliteranno in questo fine settimana, allestendo, nelle principali piazze, banchetti dove i cittadini potranno informarsi sulle azioni del governo e tesserarsi al nostro partito. - afferma Francesca Ciafardini Segretario provinciale PD - Sarà un momento di partecipazione e coinvolgimento di elettori e cittadini che vorranno avvicinarsi al Partito Democratico. Sarà una due giorni dedicata al coinvolgimento e all'aggregazione di cui sentiamo davvero il bisogno".
I banchetti si trasformeranno anche in una occasione tesserarsi e per riallacciare i nodi tra il partito e i suoi militanti, creando un contatto vero tra le persone al di fuori dalle istituzioni.
“È un momento importante per l’Italia, che sta ripartendo grazie all’azione del nostro partito e del nostro governo - continua Ciafardini - ed è giusto che i cittadini sabato e domenica possano parlare con noi delle proposte del PD,  ascoltare, confrontarsi e farsi sentire".
Tra i comuni della provincia che allestiranno i banchetti vi saranno Pescara, Montesilvano, Bussi sul Tirino, Manoppello, Cepagatti, Città Sant'Angelo, Popoli, Pianella ed altri ancora.
CONDIVIDI: