Mercoledì 13 Novembre 2019

“Lettere d’Amore dal carcere” giovedì 9 maggio a Lanciano

08/05/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

Una manifestazione organizzata dalla Direzione della Casa Circondariale di Lanciano, dall’Associazione “Emozioni Naturali” e dalla Casa Editrice Nuova Gutemberg con il patrocinio del Comune di Lanciano, nell’ambito del mese della cultura - sezione “librando”

 

L'Evento che si terrà giovedì 9 maggio 2019 presso il “Polo Museale” di Lanciano in Via S. Spirito a partire dalle ore 16,30 prevede:

  1. Lancio della 7ma edizione del Concorso Nazionale “Lettere d’Amore dal Carcere”; concorso insignito, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, di “Medaglia per alto valore sociale dell’iniziativa”.

  2. Presentazione del libro-documento “Lettere d’Amore dal Carcere”: volume che ha raccolto molto interesse socio educativo e che è stato già presentato presso il Senato della Repubblica Italiano e L’Università di Chieti Dipartimento Scienze Giuridiche e Sociali; durante la manifestazione alcune lettere verranno interpretate dall’attrice “Paola Di Diego”, altre verranno animate dagli studenti del corso “Servizi Socio sanitari” dell’Istituto “Da Vinci – De Giorgio” di Lanciano

  3. Installazione “Museale”: esposizione di circa 40 lettere-documento;

 

Questa iniziativa tende a valorizzare l’affettività dei detenuti, espressa ancora tramite le lettere cartacee – ormai residuale strumento di espressione e comunicazione nel terzo millennio –, a invogliare i detenuti a fare una riflessione rispetto a “soggetti e oggetti d’amore” che li hanno coinvolti affettivamente, sentimentalmente, emotivamente, nel corso della loro esistenza e a suscitare turbolenze emotive soprattutto nell’ampio pubblico che intercetterà l’evento e/o il suo prodotto.

Tale riflessione non potrà che essere di tenore positivo, costituendo un importante stimolo rispetto a cittadini che hanno fatto scelte negative, quindi con una valenza educativa immediata.

Il concorso prevede il coinvolgimento di tutte le carceri italiane, i lavori verranno valutati da una commissione sinergica di professionisti e i risultati resi noti attraverso un evento, replicabile, che si sviluppa in uno spettacolo teatro-musica, coinvolgendo altresì le scuole, le università, gli organi di informazione

Il Concorso ideato nel 2013 e gestito,inizialmente, ha suscitato nei detenuti un grande interesse, tant’è vero che nelle edizioni precedenti ha raccolto oltre 1.000 opere/lettere dagli Istituti di pena di tutt’’Italia.

Il Concorso, fino ad oggi, ha coinvolto detenuti, Operatori penitenziari e territoriali, insegnanti e docenti, componenti di redazioni giornalistiche, animatori di laboratori di scrittura creativa o di lettura, interessando un movimento di persone che hanno accolto con entusiasmo la nostra iniziativa, nuova e unica nel suo genere.

CONDIVIDI: