Lunedì 20 Gennaio 2020

La Copagri Abruzzo si ritiene soddisfatta dei contenuti del Decreto Legge assunto dal Consiglio dei Ministri

04/02/2017 - Redazione AbruzzoinVideo

La Copagri Abruzzo si ritiene soddisfatta dei contenuti del Decreto Legge assunto dal Consiglio dei Ministri lo scorso 2 Febbraio.

I contenuti vanno nella direzione auspicata dalla Confederazione e rappresentata sia al Ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, nell’incontro che c’è stato presso la Prefettura di Teramo che nel tavolo verde convocato dall’assessore regionale Dino Pepe.

Lo spirito del Decreto Legge è quello di dare risposte pronte ed adeguate alle imprese agricole ed all’intero comparto dell’agroalimentare rispetto ai ripetuti danni dovuti alle mai finite scosse di terremoto ed ai postumi delle copiose nevicate e gelate verso la quale ancora non sono chiari i postumi sulle produzioni, gli allevamenti e tenuta fisica del territorio.

La speranza che Noi coltiviamo è quella che le procedure di accertamento siano veloci e non si creino intoppi di natura burocratica purtroppo sempre potenzialmente presenti.

Nel merito del Decreto Legge apprezziamo quanto segue: fondamentale importanza aver consentito la copertura finanziaria per l'attivazione delle misure compensative per interventi a sostegno delle imprese agricole delle regioni danneggiate anche alle aziende che non hanno sottoscritto polizze assicurative agevolate a copertura dei rischi, bene lo stanziamento di  35 milioni di euro di aiuti diretti per il mancato reddito delle imprese di allevamento, consentiranno agli agricoltori di tirare un respiro di sollievo. Bene, inoltre, le semplificazioni introdotte per accelerare le procedure di acquisto delle stalle mobili e dei moduli abitativi da parte delle regioni, misura fondamentale per velocizzare gli aiuti concreti necessari agli agricoltori per sopravvivere e mandare avanti l'attivita', agli allevatori per salvare il bestiame in pericolo. Anche il canale preferenziale per l'accesso al credito dei giovani attraverso Ismea e' una misura importante, interessante la previsione di aiuti diretti alle aziende zootecniche dei comuni del cratere ma auspicabile sarebbe l’estensione dei benefici anche a quelle che ne sono fuori ma risultano altrettanto danneggiate per il mancato conferimento del latte, morte dei capi e stalle danneggiate. Apprezzabile la previsione del pagamento del 100% dei contributi pac relativi al 2016 a tutte le aziende così come delle domande relative alle misure a superficie legate al psr.

Ribadiamo la necessità che i danni vadano segnalati anche ai comuni dove questi si sono generati con documentazione probante (foto & video) oltre che ai SIPA provinciali di appartenenza la cui scadenza è fissata al prossimo 28 Febbraio.

Riteniamo importante anche la dichiarazione di stato di calamità così come l’effettiva perimetrazione così da poter avviare con solerzia anche gli sconti fiscali e previdenziali previsti in favore delle aziende Diretto Coltivatrici e quelle assuntrici di manodopera.

 

La Presidenza della Copagri Abruzzo

CONDIVIDI: