Marted 05 Luglio 2022

Cronaca

Vertenza Acea, la Sasi ricorrerà in Cassazione

11/03/2017 - Redazione AbruzzoinVideo

Fiduciosi ma cauti. Questo lo stato d'animo del presidente della Sasi, Gianfranco Basterebbe all'indomani dell'incontro con i vertici dell' Acea Energia, nell'ambito del contenzioso che vede la società che gestisce il servizio idrico integrato in 92 comuni del chietino condannata a pagare 9 milioni di euro, successivamente ridotti a 6 più  le spese legali,  dal Tribunale regionale delle acque per una vicenda legata alla captazione delle risorse idriche del Fiume Verde. Ma per l'azienda si apre uno spiraglio, le linee difensive saranno infatti depositate in Cassazione come riferisce il presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe. 

L'Acea, concessionaria della derivazione delle acque del fiume Verde per la produzione di energia elettrica, nel 1985 citò  a giudizio l'allora Cassa per il Mezzogiorno, responsabile  di captare le acque dal fiume senza autorizzazione e creando danni all' Acea perché, sottraendo l'acqua, si riduceva la capacità di produrre energia.  Le sentenze successive hanno riguardato la Regione, poi il Consorzio acquedottistico e infine la Sasi a partire dal 2003. La prima sentenza contro quest’ultima l’ha emessa il Tribunale regionale delle acque che ha stabilito un risarcimento danni all’Acea di 9 milioni, sentenza impugnata dalla Sasi  sulla base della legge Galli che stabilisce, dal 1994, che l’utilizzo delle risorse idriche per l’uso potabile è prevalente su ogni altro utilizzo.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Indagine sull’origine delle fiamme, domate grazie all'intervento di un elicottero dei Vigili del Fuoco. Possibile il dolo.

Tantissimi gli attestati di cordoglio da parte del mondo culturale frentano e di quanti hanno avuto l'onore di conoscerlo e condividere con lui un percorso lavorativo e di studio.

L'Arma dei carabinieri si dimostra ancora una volta sensibile alle problematiche della cittadinanza e pronta a tendere una mano alle persone in difficoltà.

È successo venerdì mattina, intorno alle ore 10. Un uomo, disteso accanto alla sua auto, ha provato a tagliarsi le vene con un taglierino. Provvidenziale l’intervento delle Guardie Giurate Sicuritalia Ivri.