Venerdì 01 Marzo 2024

Cronaca

Uccisa nel Chietino: convivente resta in carcere in Inghilterra

10/11/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Uccisa nel Chietino: convivente resta in carcere in Inghilterra

Si terra' la prima settimana di dicembre la seconda udienza per decidere l'estradizione del britannico Michael Dennis Whitbread, 74 anni, accusato dell'uccisione della convivente Michele Faiers a Casol

Michael Dennis Whitbread resta in custodia nel carcere di Wandsworth. Sabato scorso, il suo ritorno in Italia non era stato deciso dopo che l'accusato si era detto contrario a farsi processare dalla Corte d'Assise di Lanciano. Successivamente ci sara' una piu' approfondita audizione il prossimo 26 febbraio, quando saranno giunti dalla procura di Lanciano tutti gli atti giudiziari tradotti in inglese. In Inghilterra l'uomo non e' accusato di nessun reato. Nella prima udienza l'uomo ha detto di essere tornato in Inghilterra per far visita ai familiari ma che sarebbe rientrato in Italia avendo gia' il biglietto di ritorno. I giudici non hanno ignorato comunque la grave accusa contro Michael per l'omicidio della convivente connazionale, trovata morta nell'abitazione con sette fendenti. Il compagno si era reso subito irreperibile dai carabinieri. Contro di lui il gip di Lanciano ha emesso un mandato di cattura internazionale, chiesto dal procuratore capo con l'accusa di omicidio volontario, aggravato dal rapporto della convivenza e dalla premeditazione. Il cadavere della convivente e connazionale Michele e' stato scoperto mercoledi' 1 novembre (l'omicidio risalirebbe al sabato precedente) da un'amica inglese, residente nella vicina Palombaro, allarmata perche' da tre giorni non rispondeva al telefono

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Casoli

Potrebbero interessarti

Con l’avviso di conclusione delle indagini preliminari i finanzieri della Compagnia di Avezzano hanno portato a termine un articolato controllo antiriciclaggio e di polizia economico-finanziaria nei confronti di un’attività “compro oro” presente nel territorio marsicano.

L'uomo ha tentato di sfuggire ai controlli della polizia in un locale pubblico e nella foga ha colpito un agente con una gomitata, poi la scoperta della droga.

Questa mattina, un operaio di 61 anni residente a Pescara è stato ricoverato nel reparto di Ortopedia dell'ospedale dell'Annunziata di Sulmona a seguito di un incidente sul lavoro avvenuto all'interno del tribunale di Sulmona.

Non ce l’ha fatta il 14enne precipitato dal terzo piano di una palazzina in via Ciccarone a Vasto il 23 febbraio scorso. Troppo gravi le ferite riportate in seguito all’impatto al suolo.