Giovedì 06 Ottobre 2022

Cronaca

Torino di Sangro, chiuso dai Carabinieri un autolavaggio per diverse irregolarità

06/12/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Torino di Sangro, chiuso dai Carabinieri un autolavaggio per diverse irregolarità

Denunciata la titolare, una 53enne, residente in provincia, già gravata già da diversi precedenti.

I Carabinieri della stazione di Torino di Sangro, del nucleo ispettorato del lavoro di Chieti e della stazione dei Carabinieri forestali di Vasto hanno chiuso per diverse irregolarità, penali ed amministrative, un autolavaggio del posto che, al pari di tanti in altri in provincia, è stato aperto in sequenza nell’ultimo periodo e che offriva prezzi competitivi.

Dal controllo è emerso infatti che la titolare faceva lavorare un giovane del sudest asiatico senza contratto di lavoro e con il permesso di soggiorno scaduto di validità mentre in un appartamento attiguo alla struttura, i carabinieri hanno rintracciato un suo connazionale che è risultato irregolare sul territorio nazionale e quindi nei suoi confronti sono state avviate le procedure per il rimpatrio. E’ stato accertato anche che il lavaggio utilizzava l’acqua della rete idrica comunale senza aver ottenuto la specifica concessione.

La titolare, una 53enne residente in provincia gravata già da diversi precedenti, è stata denunciata in stato di libertà alla procura della Repubblica di Vasto per aver occupato alle proprie dipendenze un lavoratore extracomunitario con il permesso di soggiorno scaduto, le sono state contestate diverse sanzioni amministrative per un importo iniziale di circa 7 mila € mentre l’attività è stata sospesa fino a quando non avrà sanato le irregolarità riscontrate e pagato le sanzioni comminate.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Controlli massicci nei cantieri del territorio per verificare il rispetto delle regole volte ad scongiurare incidenti e morti bianche

Il Comando Provinciale di Chieti, con più operazioni, ha sequestrato circa 31.000 articoli di cancelleria, abbigliamento e vario genere, in violazione dell’art. 474 del Codice Penale (introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi) e del D.Lgs. 206/2005 (Codice del Consumo).

Una donna di 37 anni a bordo di una Twingo è rimasta ferita, sembra in maniera non grave, dopo che la sua auto, in seguito ad un tamponamento si è ribaltata.

I militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale hanno accertato, nel comune di Torrevecchia Teatina, l’illecita gestione di rifiuti costituiti da scarti di lavorazioni edili, utilizzati impropriamente per la realizzazione di un fondo stradale e di una rampa di accesso ad un impianto sportivo.