Mercoledì 27 Maggio 2020

Cronaca

Tollo, ritrovata anziana scomparsa la scorsa notte

20/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Tollo, ritrovata anziana scomparsa la scorsa notte

L’allarme è stato dato dalla figlia intorno alle 19,00 di ieri sera, prima ai Carabinieri e poi, tramite la Prefettura, anche ai tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzese e ai Vigili del Fuoco.

È iniziata così la ricerca di D.D., un’anziana signora residente in contrada Colle Cavalieri a Tollo, che ieri a mezzogiorno è uscita come d’abitudine a passeggiare per i campi intorno alla sua abitazione, avvistata anche da un conoscente circa un’ora dopo, ma che poi non ha fatto ritorno, costringendo i familiari a dare l’allarme. Una squadra di tecnici del Soccorso Alpino, con un’unità cinofila molecolare e una di superficie, insieme anche ai Vigili del Fuoco, al personale della Protezione Civile di Pescara, ai Carabinieri e alla Polizia, ha battuto in lungo e largo i campi tra Tollo e Ortona, soffermandosi in particolare sulle zone limitrofe al fiume, più volte segnalate per il passaggio della donna sia dal cane molecolare che da quello di superficie.



Il ritrovamento è avvenuto intorno alle 24,00. La donna, con indosso abiti ormai leggeri per le temperature notturne, era piuttosto infreddolita ma in buone condizioni di salute, verificate comunque dal sanitario che l’ha sottoposta a visita medica nella sua abitazione.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Ortona CNSAS

Potrebbero interessarti

Nessun nuovo decesso rispetto a ieri, 140 dimessi guariti in 24 ore. In Abruzzo i positivi sono attualmente 909

L'importante indagine avviata nel 2019 dai carabinieri della Compagnia di Giulianova e coordinata dalla Procura di Teramo ha permesso di sgominare una banda dedita al traffico di droga

Una mandria di bovini ha sconfinato, senza alcuna autorizzazione e soprattutto senza controllo, in un’area del Parco con circa un mese di anticipo rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente. L’episodio è accaduto nei giorni scorsi in località Templo, nel Comune del Gioia dei Marsi, dove i bovini si sono recati perché incustoditi nell’area di svernamento, ubicata più a valle.

Guarite 45 persone in più rispetto a ieri, mentre tocca quota 400 il numero dei decessi dall'inizio dell'emergenza, più 2 rispetto a ieri