Domenica 09 Maggio 2021

Cronaca

Smantellato un vero e proprio “drugstore” a San Pelino (AQ), due arresti. Sequestrati oltre 15.000€ in contanti.

19/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Smantellato un vero e proprio “drugstore” a San Pelino (AQ), due arresti. Sequestrati oltre 15.000€ in contanti.

Le Fiamme Gialle di Avezzano, nel corso di attività istituzionali finalizzate alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno perquisito un’area nella frazione di San Pelino (AQ).

Il servizio, condotto nella giornata di ieri, ha consentito di smantellare una struttura utilizzata per lo spaccio di droga e si è concluso con l’arresto in flagranza di reato di due soggetti nonché con il sequestro di circa 150 gr di cocaina, 15 mila euro in contanti, un lampeggiante blu, 10 smartphone, un tirapugni, un coltello, un binocolo, due targhe d’auto, un bilancino di precisione e un micro cellulare. Alle operazioni hanno partecipato due unità cinofile antidroga, un’unità cinofila anti valuta del Gruppo della Guardia di Finanza di Pescara. Necessario anche l’intervento di una squadra dei Vigili del Fuoco di Avezzano che, con l’ausilio di motoseghe e taglia metalli, ha consentito di individuare lo stupefacente abilmente occultato tra le tubature esterne dell’abitazione. L’attività svolta ieri,  che rafforza e consolida gli sforzi già attuati dal Corpo nel contrasto alla detenzione ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, si inquadra nella continua attenzione rivolta al territorio aquilano e mira alla salvaguardia della vita umana in generale e dei più giovani in particolare

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Ritrovato stanotte l’uomo di 47 anni disperso in Calabria, lo hanno ritrovato infreddolito mentre vagava scalzo, dopo aver attraversato una zona fluviale. Importante il supporto del Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo, che ha partecipato alle ricerche con il proprio cane molecolare e il suo conduttore partiti ieri per raggiungere Trebisacce, in provincia di Cosenza.

D'Angelo e Verratti: Il Corpo di Polizia locale ha dimostrato grande professionalità nonché azioni dall’alto profilo umano e sociale

La SOA scrive al prefetto e a altri enti: sanzionare questi comportamenti, serve sorveglianza.

il TAR Abruzzo, Sez. L’Aquila, nega la sospensiva richiesta dalla ditta.