Venerdì 19 Luglio 2024

Cronaca

Sequestrato tartufo nero raccolto illegittimamente a Canosa Sannita

31/05/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Sequestrato tartufo nero raccolto illegittimamente a Canosa Sannita

Nei giorni scorsi, i militari dei Nuclei CC Forestale di Villa Santa Maria e Ortona hanno effettuato un sequestro amministrativo di un chilogrammo di tartufo nero (Tuber aestivum Vitt) e del vanghello utilizzato per la raccolta.

L'operazione è avvenuta durante sopralluoghi mirati che hanno portato alla scoperta di un uomo sulla cinquantina, già noto per illeciti simili, intento a raccogliere tartufi senza la necessaria autorizzazione nel Comune di Canosa Sannita.

L’uomo, colto in flagrante, stava operando con modalità che avrebbero potuto compromettere il patrimonio tartufigeno regionale. Per questa infrazione, è stato notificato al trasgressore un verbale amministrativo con una sanzione che può raggiungere i 1.200 euro. Il prezioso fungo ipogeo, essendo deperibile e destinato alla confisca amministrativa, è stato donato all’Istituto Alberghiero I.P.S.E.O.A. “Giovanni Macchitelli” di Villa Santa Maria. Qui, gli studenti potranno utilizzare il tartufo nei vari laboratori didattici ed esperienziali, traendo profitto dall'ingrediente di alta qualità.

Questa operazione evidenzia l’importanza del rispetto delle normative sulla raccolta dei tartufi, volte a tutelare un patrimonio naturale prezioso e a garantire la sostenibilità della raccolta. I Nuclei CC Forestale continueranno a vigilare sul territorio per prevenire e sanzionare comportamenti illeciti che mettano a rischio l'ambiente e le risorse naturali.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.

Nuova udienza questa mattina in Corte d'Assise a Chieti, l'ultima prima della pausa estiva, per il processo per l'agguato sulla Strada Parco a Pescara del primo agosto del 2022 in cui venne ucciso l'architetto Walter Albi e rimase gravemente ferito l'ex calciatore Luca Cavallito.

Una lettera per documentare, anche con grafici e dati precisi, la condizione attuale in merito alla disponibilità della risorsa. E’ una vera e propria emergenza idrica per 49 comuni della provincia di Chieti alle prese con una programmazione di interruzioni della fornitura che non si verificava da anni.