Domenica 21 Aprile 2024

Cronaca

Sequestrati oltre 13.500 fuochi d’artificio in un negozio di Tortoreto

04/01/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Sequestrati oltre 13.500 fuochi d’artificio in un negozio di Tortoreto

La Compagnia della Guardia di Finanza di Giulianova al termine di una serie di controlli finalizzati a contrastare il commercio di fuochi d’artificio illegali ha sottoposto a sequestro circa 14.000 articoli pirotecnici.

La Compagnia della Guardia di Finanza di Giulianova ha avviato una serie di controlli finalizzati a contrastare il commercio di fuochi d’artificio illegali.

Nel corso di tale operazione, sono stati controllati moltissimi negozi dediti al commercio dei prodotti cosiddetti di “libera vendita” nonché le rivendite specializzate, verificando la regolarità delle informazioni al consumatore, riportate sull’etichetta, nonché le caratteristiche sostanziali dei fuochi, alla ricerca di articoli illegali e pericolosi.

Circa 14.000 (per un totale di 25 kg di “massa attiva”) gli articoli pirotecnici sottoposti a sequestro presso un esercizio commerciale situato al piano terra di un palazzo di Tortoreto, ove risiedono molti nuclei familiari, dal momento che i fuochi d’artificio erano detenuti senza osservare le più elementari norme di sicurezza, costituendo perciò un grave pericolo per l’incolumità pubblica.

Gli articoli pirotecnici in questione, molti dei quali non rispettavano la specifica normativa risultando “irregolari”, erano circondati da materiale infiammabile di varia natura e, perfino, da una bombola di gas risultata piena.

I militari intervenuti, alla luce della evidente situazione di pericolo, sottoponevano a sequestro penale tutti gli articoli pirotecnici denunciando a piede libero il titolare dell’esercizio alla competente Autorità Giudiziaria.

Il materiale sottoposto a sequestro è stato quindi cautelato presso un deposito autorizzato in attesa della prevista distruzione.

Qualora immessa sul mercato, la merce sottoposta a sequestro avrebbe fruttato ricavi per migliaia di euro.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila ha confermato la sentenza di ergastolo per Alessandro Chiarelli, un 31enne di Popoli (Pescara), accusato di aver ucciso con 17 coltellate il suo amico e vicino di casa, Fulvio Declerch, 54 anni, e di aver gettato il suo cadavere nel fiume Pescara.

Nella mattinata odierna il sindaco Diego Ferrara ha firmato una nuova ordinanza di interdizione e a tutela dell’incolumità pubblica, a causa del dissesto idrogeologico. L’atto riguarda il Condominio Bella Dormiente situato in via don Giovanni Minzoni.

Oggi, in Corte d'Assise a Lanciano, Francesco Rotunno, 65 anni, ha testimoniato riguardo al tragico evento che ha portato alla morte della madre, Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto il 12 febbraio 2023 nella loro casa a Casoli (Chieti). Rotunno è accusato di aver strangolato la madre.

Fim, Fiom e Fismic esprimono un giudizio negativo su quanto emerso nel confronto di oggi al ministero a Roma