Marted 22 Settembre 2020

Cronaca

"Comunicare l'emergenza" oggi a Spoltore con i tecnici della sezione alpina e speleologica.

29/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
 "Comunicare l'emergenza" oggi a Spoltore con i tecnici della sezione alpina e speleologica.

Si è tenuta oggi a Spoltore con una simulazione di intervento per un ipotetico evento sismico a chiusura del progetto "Comunicare l’Emergenza", un importante percorso di cultura della Protezione Civile

Alle ore 11.00 di oggi, come da programma, è stata effettuata una prova di evacuazione della scuola media inferiore “Dante Alighieri” in via Montesecco, frequentata da circa 450 alunni. Coinvolti in totale circa 600 persone: oltre agli studenti e al personale scolastico, i Dipartimenti Nazionale e Regionale di Protezione Civile, la Croce Rossa e Modavi Spoltore, il Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, l'Associazione Cinofila Abruzzo K9, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, la Polizia Locale e il personale comunale.



Gli alunni sono stati messi in sicurezza in un’area attrezzata appositamente in Piazza Unione Europea. L'operazione ha avuto inizio con l'esecuzione delle prime semplici procedure da osservare in caso di sisma, seguite da un intervento di soccorso all’interno della scuola dove è stata simulata la presenza di feriti e decessi. Inoltre gli stessi studenti, al termine della giornata, sono stati il veicolo d’informazione privilegiato verso le loro famiglie raccontando l’esperienza vissuta e le conoscenze apprese.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Nato a Roma cinquanta anni fa, laureato in Coordinamento delle attività di Protezione Civile e in Rischio ambientale, appartenente al ruolo speciale della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mauro Casinghini è stato presentato questa mattina agli organi di stampa nella sua veste di direttore dell'Agenzia Regionale di Protezione Civile dal presidente della Regione, Marco Marsilio.

Nella notte fra il 19 e 20 Settembre dei vandali hanno danneggiato uno dei cartelli informativi del Progetto "Il Fratino e le dune della Riserva Borsacchio".

Dopo 5 giorni di ricerche stamane il triste ritrovamento e la fine di ogni speranza per i suoi cari.

Arrestata dalla Polizia di Stato M.S., 52 anni, pregiudicata e con precedenti anche per reati in materia di stupefacenti. Telecamere e cancelli a protezione della sua abitazione.