Sabato 07 Dicembre 2019

Cronaca

La Provincia bonifica l’area ex Gil a Teramo

21/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
La Provincia bonifica l’area ex Gil a Teramo

Una discarica in pieno centro. Il vicepresidente Recchiuti: ”Decenni di abbandono, dopo la bonifica rifletteremo sull’utilizzo”

È iniziata questa mattina a Teramo, anche grazie alla collaborazione dell’Associazione Nazionale Alpini, la bonifica dell’area conosciuta a Teramo come ex “Gil”, in fondo ai Tigli, fra l’inizio di Porta Romana e il Liceo “Delfico”. Negli ultimi anni era diventata un parcheggio abusivo e soprattutto una discarica: questa mattina volontari e operai hanno davvero trovato di tutto.



“L’area è stata chiusa con un’ordinanza della ASL che ne ha certificato le insalubri condizioni igienico-ambientali", commenta il vicepresidente Alessandro Recchiuti che sta seguendo la vicenda. "Ci siamo immediatamente attivati anche per ricucire la storia catastale: non tutto in quell’area è di nostra proprietà. In ogni caso andava bonificata senza indugio. Una volta terminato il lavoro rifletteremo sull’uso. Dobbiamo ringraziare gli Alpini, grazie a loro il lavoro sarà più celere. Poi naturalmente interverrà anche la Te.Am. È incredibile quello che abbiamo trovato: quella zona era diventata una terra di nessuno, anche pericolosa. La restituiremo ad un utilizzo dignitoso.”

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

10 ordinanze di misura cautelare, 19 indagati e il sequestro di oltre 100 g di cocaina purissima al 96%. Questi sono solo alcuni numeri dell'operazione della Polizia che ha disarticolato un sodalizio criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa mattina il personale della Squadra Volante impegnato nel servizio di controllo del territorio per la prevenzione e repressione dei reati ha rintracciato in via Passolanciano un noto pluripregiudicato D.V.A. 47enne pescarese, autore, lo scorso 20 novembre, di una rapina presso supermercato di via Ravenna.

I controlli del Nas dei Carabinieri nello stabilimento abusivo nel pescarese ha portato alla scoperta di additivi alimentari non tracciati.

I Carabinieri del Nas di Pescara hanno scoperto nella struttura gravi carenze igieniche sanitarie.