Venerdì 19 Luglio 2024

Cronaca

L'Abruzzo partecipa all'addestramento nazionale delle unità cinofile di ricerche in superficie del Soccorso Alpino e Speleologico

25/04/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
L'Abruzzo partecipa all'addestramento nazionale delle unità cinofile di ricerche in superficie del Soccorso Alpino e Speleologico

Si è appena concluso a Brienza, in provincia di Potenza, il corso di addestramento di tre giorni delle unità cinofile di ricerche in superficie del Corpo nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.

All’evento formativo, iniziato venerdì, hanno partecipato circa 12 cani e i loro conduttori provenienti dalle unità cinofile del Soccorso Alpino e Speleologico di Basilicata, Calabria, Puglia, Piemonte, Molise e Abruzzo. L’unità cinofila del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese ha partecipato con le sue due unità operative di ricerche in superficie e due cuccioli in formazione, oltre al cane molecolare del Soccorso Alpino nazionale che si trova in Abruzzo.

L’evento, inserito a pieno titolo nel piano formativo nazionale, era rivolto all’addestramento dei cuccioli e al mantenimento operativo dei cani di ricerche in superficie, e si è contraddistinto per l’alto livello qualitativo. Sono stati praticati dai cani e dai loro conducenti una serie di esercizi in superficie, si è lavorato simulando la ricerca di dispersi, anche servendosi di tunnel in un ex tracciato ferroviario, con i Cor, coordinatori di ricerca, e i Ter, Tecnici di ricerca.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

CNSAS Cani

Potrebbero interessarti

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.

Nuova udienza questa mattina in Corte d'Assise a Chieti, l'ultima prima della pausa estiva, per il processo per l'agguato sulla Strada Parco a Pescara del primo agosto del 2022 in cui venne ucciso l'architetto Walter Albi e rimase gravemente ferito l'ex calciatore Luca Cavallito.

Una lettera per documentare, anche con grafici e dati precisi, la condizione attuale in merito alla disponibilità della risorsa. E’ una vera e propria emergenza idrica per 49 comuni della provincia di Chieti alle prese con una programmazione di interruzioni della fornitura che non si verificava da anni.