Giovedì 20 Giugno 2024

Cronaca

Intensificati i controlli dei Carabinieri Forestali nel periodo di divieto di raccolta del tartufo

20/05/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Intensificati i controlli dei Carabinieri Forestali nel periodo di divieto di raccolta del tartufo

La somministrazione di tartufo durante il periodo di divieto, specialmente se immaturo o di bassa qualità, può facilitare frodi lucrose nella fase di trasformazione e commercializzazione del prodotto.

I Carabinieri della Tutela Forestale e dei Parchi hanno intensificato i controlli durante il periodo di divieto di raccolta del tartufo nella Provincia di Chieti. L’azione è stata condotta dai militari della Stazione CC Forestale di Villa Santa Maria, che hanno mirato a rafforzare i controlli già avviati lo scorso anno. Questi sforzi hanno portato a numerose e pesanti sanzioni amministrative, diffide e, in un caso, una denuncia penale per "deturpamento e distruzione delle tartufaie naturali". L'ultimo intervento è stato innescato dalla segnalazione di un cittadino, il quale aveva consumato piatti a base di tartufo fresco in un evento presso una struttura ricettiva del chietino, fuori dal periodo di raccolta consentito.

La normativa regionale (L.R. n.66/2012) stabilisce periodi dell'anno in cui la raccolta del tartufo è vietata per tutte le specie, con l’obiettivo di contrastare il depauperamento delle tartufaie naturali. Rispettare rigorosamente i periodi di raccolta previsti dalla normativa è essenziale per la rigenerazione delle tartufaie. La somministrazione di tartufo durante il periodo di divieto, specialmente se immaturo o di bassa qualità, può facilitare frodi lucrose nella fase di trasformazione e commercializzazione del prodotto. È cruciale che i cittadini segnalino situazioni illecite o di dubbia legalità agli organi preposti al controllo.

Questo non solo costituisce un dovere etico, ma permette interventi tempestivi, rafforzando la fiducia nelle istituzioni e nella loro capacità di proteggere gli interessi della collettività. I Carabinieri Forestali continueranno a monitorare attentamente la commercializzazione dei tartufi durante i periodi di divieto, con l’obiettivo di preservare le risorse naturali e garantire il rispetto della legge.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Nel fine settimana appena trascorso, la Polizia di Stato di L’Aquila ha intensificato i controlli stradali per contrastare l’eccessiva velocità e i comportamenti scorretti, specialmente da parte di numerosi motociclisti che, durante il periodo estivo, preferiscono le strade di montagna della provincia.

Tre giovani, due di origine egiziana e uno tunisino, sono stati trovati in possesso di circa 40 grammi di hashish e denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Il Col. Iadarola ha presentato l’inno ufficiale della fondazione, il brano “Non Avere Paura…Di Te”, una melodia composta, nella musica e nel testo ed interpretata live dallo stesso autore, l'Appuntato Giorgio Di Pietrantonio del Comando Provinciale Chieti.

Sequestrate piantagioni di cannabis coltivata in casa, pasticche di superdroga "blue punisher" e panetti di hashish e cocaina nascosti sul tetto