Giovedì 29 Febbraio 2024

Cronaca

GRAN SASSO, PIZZO CEFALONE: RITROVATO SENZA VITA IL CORPO DEL POLACCO TRAVOLTO DALLA VALANGA

23/12/2017 - Redazione AbruzzoinVideo

L’Aquila, 22 dicembre 2017 – I tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo hanno ritrovato il corpo senza vita di un uomo di cinquantuno anni di nazionalità polacca travolto nel pomeriggio di oggi da una valanga staccatasi da Pizzo Cefalone, sul Gran Sasso.

L’allarme, lanciato intorno alle 16,00 di oggi, è partito dal compagno d’escursione. Dopo aver assistito al distacco della valanga l’uomo ha infatti raccontato di aver perso ogni traccia dell’amico.

I tecnici del Cnsas, coadiuvati dai soccorritori della Guardia di Finanza, hanno provveduto con pala e sonda alla bonifica della zona interessata. Il ritrovamento, effettuato da un’unità cinofila è avvenuto intorno alle 19,00.

 

Valle Fiorita, 22 dicembre 2017 – Sempre nel pomeriggio di oggi sono stati recuperati dall’eliambulanza del 118 e dal tecnico di elisoccorso del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo due alpinisti, un lancianese e un avezzanese, entrambi vittime di un brutto incidente sulle Mainarde, al confine tra Abruzzo e Molise. I due alpinisti, quasi all’uscita di un canale innevato, hanno perso l’appiglio a causa di un distacco di neve. L’alpinista di Lanciano, rimasto con il rampone incastrato nel ghiaccio, ha riportato un brutto infortunio. Recuperati con il verricello e il pannolone sono stati elitrasportati all’ospedale di Avezzano.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Non ce l’ha fatta il 14enne precipitato dal terzo piano di una palazzina in via Ciccarone a Vasto il 23 febbraio scorso. Troppo gravi le ferite riportate in seguito all’impatto al suolo.

È accaduto al Porto Turistico di Pescara. L'uomo è stato condannato per direttissima.

Il Comandante Generale ha incontrato una rappresentanza di militari di ogni ordine e grado della Legione “Abruzzo e Molise”, complimentandosi per l’impegno e la dedizione profusi nello svolgimento della quotidiana attività di controllo del territorio e nella lotta alla criminalità

Di Giuseppantonio: La sensibilità e la buona educazione vanno sempre esaltati, soprattutto quando si tratta di giovani.