Domenica 21 Luglio 2024

Cronaca

FARA S. MARTINO, 36ESIMA MARCIA ECOLOGICA VAL SERVIERA: CNSAS E POLIZIA SOCCORRONO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ

04/07/2016 - Redazione AbruzzoinVideo

Chieti, 3 luglio 2016 – Una brutta distorsione al ginocchio le impedisce di proseguire la marcia. È successo a un’escursionista di Termoli in occasione della “Marcia Ecologica Val Serviera”, la passeggiata guidata che il Cai organizza da oltre trent’anni attraverso un percorso di 15 km e avvalendosi dell’assistenza del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo.

 

L’elisoccorso del 118 di stanza a Preturo, l’unico aeromobile adibito a effettuare soccorsi in montagna di carattere sanitario con il verricello, era già impegnato in due recuperi di massima urgenza, così i tecnici del Soccorso Alpino, avvalendosi del proprio medico anestesista e rianimatore che ha provveduto a garantire le prime cure alla donna, hanno richiesto l’aiuto dell’elicottero della Polizia di Stato, anche in virtù di un accordo nazionale che da anni lega i due Corpi.

 

La donna, recuperata dal 212 dell’11esimo Reparto Volo di Pescara, è stata accompagnata fino all’eliporto del Pastificio De Cecco, dove ad attenderla c’era già l’ambulanza del 118 che l’ha trasportata fino all’ospedale di Lanciano.

 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Infortunio sul lavoro questa mattina in una azienda di Mozzagrogna dove un operaio di 51 anni, che stava effettuando dei lavori all'interno della fabbrica, per cause in corso di accertamento si è infortunato ad una mano. L'uomo, soccorso dai sanitari del 118, e trasportato all'ospedale di Chieti, ha riportato l'amputazione di due dita della mano sinistra. 

Il Presidente del Consiglio regionale Sospiri annuncia l'incremento di 40 litri al secondo grazie al pozzo numero 9 di Bussi, assicurando mezz'ora in più di acqua al giorno per le famiglie del territorio.

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.