Marted 29 Novembre 2022

Cronaca

Escursionisti soccorsi sulla Maiella, uno di loro è morto stanotte

20/11/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Escursionisti soccorsi sulla Maiella,  uno di loro è morto stanotte

A perdere la vita un ingegnere di 34 anni di Colleferro.

È morto nella notte al policlinico di Chieti, dove era stato ricoverato per ipotermia, uno dei due escursionisti soccorsi ieri sera nei pressi del bivacco Fusco, a quota 2.455 metri nel parco nazionale della Maiella in provincia di Chieti.

 

Si tratta di Roberto Testa, 34 anni, ingegnere di Colleferro (Roma). È stato un amico, che si trovava con lui, a dare l'allarme in seguito ad una caduta e le squadre del soccorso Alpino e Speleologico Abruzzese, a causa delle condizioni meteo avverse, che non hanno consentito l'utilizzo dell'elicottero, avevano dovuto raggiungere a piedi il luogo dei soccorsi e poi tornare a valle.

Prima di intraprendere la traversata, il 34enne e il suo amico romano, suo coetaneo, avevano lasciato la loro auto verso le 10 nei pressi del Rifugio Pomilio, subito dopo le condizioni meteorologiche erano diventate ostili con neve e vento forte su tutta la zona. I due hanno dunque deciso di raggiungere il Bivacco Fusco, una traversata di circa 3 ore di cammino durante il quale l'ingegnere, intorno alle 17.00, sarebbe scivolato a causa del ghiaccio. Il suo amico ha immediatamente allertato i soccorsi ma le condizioni meteo si sono ulteriormente aggravate e con l'arrivo del buio non è stato possibile l'intervento dell'elisoccorso. Quando sono giunti gli uomini del Soccorso Alpino i due escursionisti erano in ipotermia. L'ingegnere è stato trasportato all'ospedale SS Annunziata di Chieti dove è deceduto alle 4.00 circa di questa notte.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti ha accertato, a carico di un soggetto titolare di una ditta attiva nel settore edile, violazioni alle limitazioni dell'uso del contante, con operazioni volutamente frazionate, per l’acquisto di materiali edilizi.

Si tratta della seconda persona coinvolta nella grave aggressione avvenuta a Giugno che ha già portato all'arresto di un 38enne di Montesilvano. Individuato e denunciato dai carabinieri anche il terzo aggressore sempre del pescarese.

gli oltre 70mila euro ottenuti grazie all’aggiudicazione di fondi rientranti Fondo Europeo diSviluppo Regionale nel programma POR-FESR Abruzzo 2014/2020

Il Comandante Colonnello Antonio Caputo: tutela del consumatore contro incauti acquisti è fondamentale. fare attenzione ai prezzi troppo bassi e nel dubbio chiamare il 117, sempre a disposizione dei cittadini