Domenica 19 Gennaio 2020

Cronaca

Career Day Università di Teramo, i Nas presentano attività e formule di reclutamento nell’Arma

07/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
 Career Day Università di Teramo, i Nas  presentano attività e formule di reclutamento nell’Arma

Per il quarto anno consecutivo i Nas di Pescaa partecipano al Career Day con l’obiettivo di proporre prospettive future nell’Arma ai giovani iscritti al polo universitario teramano.

I NAS di Pescara hanno presentato oggi al Career Day dell’Universita di Teramo le loro attività ed esposto le formule di reclutamento nell’Arma dei Carabinieri oltre alle modalità di recruiting interno ai NAS. L’appuntamento coi Nas in Sala lauree è stato seguito da un centinaio di giovani laureandi e neo laureati che hanno potuto seguire i consigli del Tenente Colonnello Domenico Candelli, per affrontare i concorsi e diventare Ufficiale, Ispettore o Carabiniere.

 

 

Un interesse particolare al concorso in atto per 626 allievi marescialli, che scadrà il prossimo 11 novembre, utile all’accesso nell’Arma e propedeutico al recruiting nei Nas. Molte domande alle quali sono corrisposti tanti consigli e tante idee per realizzare il sogno di diventare Carabiniere e affrontare una vita professionale entusiasmante. Dal mattino al pomeriggio un box informativo ha inoltre presentato le attività dei Nas e consentito il dialogo con gli ispettori dei Nas di Pescara che hanno potuto rispondere ad ogni curiosità. Per il quarto anno consecutivo i Nas partecipano al Career Day con l’obiettivo di proporre prospettive future nell’Arma ai giovani iscritti al polo universitario teramano.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Carabinieri Nas università

Potrebbero interessarti

La donna è stata vittima di una lunga serie di maltrattamenti, lesioni e persecuzioni vere e proprie da parte dell’uomo durante una convivenza sempre più burrascosa e violenta, tanto da decidere di separarsene nel 2018.

Cresce il malcontento tra i poliziotti penitenziari di stanza al carcere di massima sicurezza di Sulmona per la mancata apertura del reparto deputato al ricovero dei detenuti.

Scivolato in prossimità della Capanna Sevìce, sul monte omonimo del gruppo Sirente Velino, un escursionista residente a Roma di 53 anni è stato soccorso nel pomeriggio di oggi dall’elicottero del 118 di stanza a L’Aquila.

La famiglia rom, che era stata sgomberata a novembre per occupazione abusiva dell'alloggio popolare, stava tentando di riappropriarsi dell'abitazione.