Giovedì 13 Agosto 2020

Attualità

Ortona, avviato il cantiere per la realizzazione della nuova scuola per l’infanzia “Gran Sasso”

09/06/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Ortona, avviato il cantiere per la realizzazione della nuova scuola per l’infanzia “Gran Sasso”

Il sindaco Castiglione: "Un progetto atteso con cui restituiamo alla città una scuola moderna e sicura che rappresenta un modello di innovazione e di crescita sociale".

Con il sopralluogo dell’amministrazione comunale di Ortona e dei tecnici si è avviato il cantiere per la costruzione del nuovo plesso scolastico dedicato alla scuola dell’infanzia di via Gran Sasso. «Un progetto atteso con cui restituiamo alla città – sottolinea il Sindaco Leo Castiglione - una scuola moderna e sicura che rappresenta un modello di innovazione e di crescita sociale. L’amministrazione si è impegnata per ottenere l’autorizzazione da parte del Ministero per unire i due finanziamenti ottenuti per ristrutturare le deficienze tecniche dello stabile, e investire un totale di 625mila euro per una nuova struttura che risponda appieno alle più recenti norme di sicurezza e antisismiche. Un risultato che dimostra con i fatti il lavoro e l’impegno per migliorare i servizi per la nostra comunità e in particolare per il mondo della scuola. Anticipo che nelle prossime settimane partiranno anche gli altri cantieri su diversi plessi scolastici con interventi di riqualificazione e adeguamento sismico».

 

I lavori previsti per l’infanzia di Gran Sasso sono stati illustrati dall’ingegnere Nicola del Ciotto della società Valeo di Francavilla al mare che ha realizzato il progetto esecutivo dell’opera, poi appaltata all’impresa Cipriani Giuliano di Capriati a Volturno (Caserta). «L’edificio sarà realizzato tenendo presente le più moderne tecniche costruttive e una tecnologia dei materiali in linea con le attuali esigenze educative. Spazi adeguati con la previsione di due aree, quella didattica con le aule e quella dedicata ai servizi, inoltre il plesso sarà dotato di un moderno ed efficiente sistema energetico basato anche su fonti rinnovabili, ampie vetrate che garantiranno l’illuminazione naturale e sarà ripristinato lo spazio verde esterno». La possibilità di riunire in un unico intervento, i due finanziamenti assegnati nel 2017 ha permesso all’amministrazione comunale di approntare un progetto di demolizione e ricostruzione della scuola che attualmente risulta inadeguata, non funzionale e non rispondente ai minimi requisiti di edilizia scolastica. Il nuovo fabbricato svilupperà la stessa dimensione di circa 580 metri quadrati con una forma rettangolare, costruito su un unico livello e potrà ospitare un numero totale di circa 60 bambini, andando a restituire alla comunità un’importante struttura scolastica nel centro urbano. «Un edificio particolarmente importante per l’Istituto “Francesco Paolo Tosti” – commenta la dirigente Irma D’Amico – e l’avvio dei lavori arriva in un giorno significativo con la fine dell’anno scolastico aspettando un nuovo inizio con regole e procedure anti covid. Viviamo un momento eccezionale che va affrontato con un impegno particolare e l’avvio dei lavori per questa nuova scuola è la risposta più chiara dell’impegno di tutti». Dopo lo smantellamento degli infissi nella prossima settimana l’edificio sarà demolito per poi avviare la ricostruzione, «abbiamo ottenuto tutte le autorizzazioni – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Cristiana Canosa – anche quella della Soprintendenza, la costruzione non è legata a vincoli storici, infatti la realizzazione della struttura risale alla seconda metà degli anni’50 su un terreno che il Comune mise a disposizione dell’Opera Nazionale Maternità e Infanzia». Scomparso l’ente benefico la proprietà dell’area tornò al Comune che decise di adattare lo stabile per finalità scolastiche. Il cantiere avviato oggi e che dovrebbe concludersi nel febbraio 2021, prevede invece la realizzazione di un edificio scolastico interamente pensato e ideato per la scuola del nuovo millennio.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Ortona Scuola

Potrebbero interessarti

Lo ha annunciato il Presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Pescara Armando Foschi ufficializzando l’esito della seduta.

Ma il sindacato rileva il grande ritardo sulla predisposizione delle risorse umane necessarie per assicurare una riapertura delle scuole assicurando tutte le norme di prevenzione anticovid.

Il progetto ha visto numerosi Incontri e affollati laboratori in sei comuni del Chietino.

Prima fase dei lavori dell’Autorità di sistema portuale per il ripristino della massicciata che protegge la banchina commerciale. Incarico affidato alla ditta Ne.co Costruzioni per un quadro economico di 800 mila euro con lavori programmati nel 2021 per un altro milione di euro.