Mercoledì 25 Novembre 2020

Attualità

Nasce Balbuziestop.it il sito interamente dedicato alla balbuzie

30/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo

Un progetto creato dalla Musicoterapeuta, Brigitta Cristallo, che ha elaborato il metodo Logoritmico per il trattamento delle balbuzie

È stato presentato stamane, al Caffè ai Portici, in corso Trento e Trieste a Lanciano, dalla professoressa Brigida Cristallo, alla presenza di alcuni professionisti che hanno sposato l’iniziativa, Balbuziestop.it, il sito interamente dedicato alla balbuzie, volto a dare un importante supporto a chi convive con questa difficoltà, che rappresenta un vero e proprio ostacolo al dialogo e alla socializzazione. Ad ideare il progetto, che prende il via con la realizzazione del sito, ma che prevede un percorso per il trattamento della balbuzie, è stata la professoressa Brigida Cristallo, musicoterapeuta, esperta in balbuzie e docente di lingua e letteratura italiana presso l'Istituto di Istruzione Superiore “Da Vinci - De Giorgio” di Lanciano. Il sito, che si prefigge l’obiettivo di far conoscere e sperimentare il metodo Logoritmico, vuole essere un punto di riferimento per chi ha questa anomalia nella comunicazione e rappresentare un valido strumento di inclusione sociale e di confronto valido, serio e risolutivo. “Ho deciso da tempo di avviare questo progetto, a cui tengo particolarmente” spiega la professoressa Cristallo “Perché io stessa sono stata una bambina con problemi di balbuzie e so cosa possa significare convivere con quella che non viene definita una patologia a tutti gli effetti ma, che di fatto è un disturbo che può segnare ed influenzare negativamente il percorso di vita di ogni individuo”. “Quando parlo di me preferisco definirmi una balbuziente che non balbetta, piuttosto che una ex balbuziente” prosegue la professoressa Cristallo, che sottolinea i punti di forza del metodo: “Esso mi permette di comunicare senza balbettare e consente alle persone che mi ascoltano di concentrarsi su ciò che dico e non su come parlo, cosa che invece non potrebbero fare se io balbettassi. Attraverso attenti studi, dettati dalla grande passione che ho per questo tema” continua “Ho lavorato su questo metodo che ha consentito di dare a tante persone uno spiraglio per superare questo problema nel migliore dei modi. In questo periodo di lockdown, dovuto al Covid 19, ho riflettuto, inoltre, su come la DAD, la didattica a distanza, potesse essere un vero ostacolo, per gli studenti balbuzienti, causando stress e tensioni, facendo aumentare le probabilità dell’insorgere dei fattori che scatenano la balbuzie, creando terreno fertile anche per il manifestarsi di atti di bullismo e cyberbullismo. È soprattutto per questo” continua la professoressa “Che ho deciso di intervenire in maniera capillare, realizzando il sito Balbuziestop.it. Un luogo che possa rappresentare una sorta di rifugio per chi vive questa anomalia nel linguaggio e cerca uno spiraglio di luce”.

Con questo progetto la professoressa Cristallo vuole avviare una vera e propria campagna di sensibilizzazione al tema della balbuzie sul territorio. Incontri, convegni, seminari per far conoscere ai cittadini, alle famiglie abruzzesi, oltre che a docenti e studenti il problema della balbuzie. In questa campagna un importante ruolo sarà svolto dall’associazione “Caffè letterario…e non solo” di Lanciano, che vede alla presidenza del sodalizio la professoressa Mirella Spinelli, dirigente scolastico, che si occuperà di avvicinare a questa delicata tematica quante più persone possibili.

Cosa prevede il percorso per il trattamento della balbuzie ideato dalla professoressa Cristallo?

Il corso è di durata biennale, si articola in due corsi, intervallati da attività e incontri di monitoraggio, in presenza o in modalità blended (sia in presenza che on line). È organizzato in 3 moduli consecutivi (Corso I livello - Monitoraggio - Corso II livello), ma indipendenti. All'interno di ogni modulo la frequenza è obbligatoria. balbuziestop.it vede un team di specialisti ed esperti esterni, affiancare la professoressa Cristallo. Si tratta del foniatra, dott. Benito Michelizza, dell’attrice Marta Bucciarelli, della psicologa, esperta in DSA, dott.ssa Marianna di Rico, nonché della soprano Anna Maria Caruso.

Il Dott. Benito Michelizza sottolinea l’importante ruolo della fonetica e della presenza di un esperto foniatra all’interno del percorso volto a superare la balbuzie. “Una presenza che permette di comprendere e di porre le basi per gestire la fonetica non come realizzazione di singolo suono ma come armonica co-articolazione del proprio parlato. Un’ esperienza che diviene apprendimento nella persona con balbuzie, poiché sorretta e guidata dalle conoscenze della fonetica articolatoria e dalla fonetica uditiva. La consapevolezza che la persona con balbuzie possieda una adeguata competenza linguistica, ma una impacciata capacità realizzatrice, permette di condividere una esperienza di “buona fonetica” realizzata in un contesto di verbalità controllata. Tutto questo nel rispetto dello stile comunicativo che ciascun parlante possiede e che, al contempo, ne è privilegiato custode. L’attrice Marta Bucciarelli si sofferma su quello che sarà il suo ruolo nel percorso ideato dalla professoressa Cristallo per dire stop alla Balbuzie: “Il mio lavoro di attrice mi ha fatto intendere quanta poca consapevolezza si ha del proprio corpo e della propria voce in riferimento allo spazio e all’incontro con l'altro. La voce abita nel corpo ed è spesso espressione dell'atteggiamento che il corpo mostra. Quando il corpo vive un disagio influenza anche l'emissione della voce. Da questa osservazione è nato il desiderio di far esplorare agli allievi l’incontro con se stessi attraverso una serie di esercizi che, nel Corso di Base del trattamento della balbuzie, permettono agli allievi di riconoscere le proprie emozioni e di gestirle per superare quei limiti che spesso inconsapevolmente sono fonte di sofferenza e di blocco. Durante il Corso di base (o I Livello), si prepara il terreno per il lavoro di approfondimento sulla voce, che si svolge nel Corso di Perfezionamento (o II Livello), e che si basa sull’apprendimento delle tecniche utilizzate dagli attori nell'arte oratoria: dizione, ritmo delle frasi, timbro della voce, tecniche di lettura, etc. al fine di supportare e potenziare l’apprendimento del metodo logoritmico, ideato dalla prof.ssa Cristallo per la corretta gestione della balbuzie.

La dottoressa Marianna di Rico sottolinea: “L’impegno della psicologa, esperta in DSA, offre un valido e fondamentale contributo alla conoscenza di sé, delle proprie risorse e potenzialità.

Nel team compare anche la soprano Annamaria Caruso: che sottolinea l’importanza del canto in questo contesto di pedagogia della parola:Nel Corso di Secondo Livello, si perfeziona la tecnica articolatoria, si impara a far crescere il proprio suono e si giunge a un pieno riconoscimento della voce e delle sue potenzialità. L’emissione del suono fisiologicamente corretto nel cantare bene permette il superamento dei blocchi emotivi, rinforza l’autostima e la percezione di sé”. L’ambizioso progetto della professoressa Brigida Cristallo vede anche un’importante collaborazione con M.A.Gi.C. Education Training. Si tratta di una piattaforma, specializzata nell’ambito della Formazione Professionale di qualità, rivolta al personale scolastico e ai dipendenti di altri Enti Pubblici, che organizza percorsi formativi attraverso una didattica erogata in modalità blended. Questa piattaforma nasce dall’esperienza professionale del dirigente scolastico Luigi Martano, in materia di formazione professionale, di promozione e sviluppo di progetti educativi nei vari settori dell’educazione. M.A.Gi.C. Education Training si occuperà, all’interno del progetto balbuzie.stop.it di portare a conoscenza e di approfondire le numerose problematiche connesse alla balbuzie in ambito scolastico, attraverso la promozione e l’organizzazione di convegni e di corsi di aggiornamento, rivolti a dirigenti tecnici, dirigenti scolastici, docenti e DSGA, per una scuola innovativa e di qualità.

Il sito Balbustiestop.it è già online, quindi visitabile, basterà iscriversi per avere la possibilità interfacciarsi con la professoressa Cristallo e con tutto il suo team di esperti. Intanto sono già aperte le iscrizioni, fino al 12 Agosto, al corso di primo livello, che si terrà dal 17 al 27 Agosto: potranno seguire i corsi persone che abbiano un’età dagli 8 anni in poi, previa consulenza gratuita da prenotare presso il Centro Sanitario Ambulatoriale (CSA), dove si svolgeranno anche le lezioni.

Di seguito i contatti:

(C.S.A.), in Via Selva Piana - Zona Servizi, 98 66043 - Casoli (CH)

Info e prenotazioni: +39.3661215845 info@poliambulatoriomedico.it www.balbuziestop.it

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Sociale

Potrebbero interessarti

Sarà il luogo dove la polizia accoglierà le vittime più fragili per metterle a proprio agio e poter raccontare il proprio vissuto sentendosi al sicuro e protette.

Per chi ha scelto l’accredito, ritiro possibile dai 92 ATM Postamat della provincia. Turnazione in ordine alfabetico per chi ritira in contanti negli uffici postali.

L'assessore Arbore Mascia: sono interventi molto attesi e necessari in città